I Quaresimali napoletani, una dolce prelibatezza in attesa della Pasqua

Quaresimali
Foto deabyday.tv

La Quaresima, è quel periodo che precede la Pasqua della durata di 40 giorni, che per i cristiani cattolici rappresentano i 40 giorni di Gesù nel deserto.

Il periodo quaresimale, ha inizio con il Mercoledì delle ceneri in cui per tradizione si rispetta il digiuno dalle carni e l’astinenza tra un pasto e l’altro delle cose che più piacciono, e a seguire per ogni Venerdì prima della Domenica di Pasqua il consueto digiuno da tutto ciò che è carne.

Proprio per queste piccole regole tradizionali, il periodo antecedente alla Pasqua, è considerato di sacrifici non solo morali ma anche fisici o per meglio dire sacrifici dedicati alla tavola, per questo motivo, noi oggi vogliamo proporvi la ricetta di biscotti dolci tipici di questo periodo, chiamati proprio “Quaresimali napoletani”.

I Quaresimali, sono biscotti tipici dell’Italia centro-meridionale, è possibile trovarli in Toscana, Liguria, Puglia fino ad arrivare alla Campania e alla Sicilia, sono molto simili per il loro aspetto ai cantucci toscani, ma i quaresimali napoletani si differenziano per l’aggiunta di spezie tra i quali la vaniglia e i chiodi di garofano, che aggiunti ad una serie di ingredienti semplici e poveri, danno vita ad un vero e proprio capolavoro della “cucina povera”, venivano preparati durante la Quaresima dalle monache in convento, ottimi per la colazione o da affiancare ad un buon vino per concludere il pasto.

Vediamo cosa occorre per preparare questi deliziosi Quaresimali e incantare tutti con il loro sapore speciale.

-Ingredienti:

  • 250 g di mandorle tostate
  • 250 g di farina
  • 250 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito secco (colmo)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di cubetti di cedro candito
  • 1/2 cucchiaino scarso di cannella
  • 1/2 cucchiaino scarso di garofano
  • 1/2 cucchiaino scarso di noce moscata
  • 1/2 cucchiaino scarso di vaniglia
  • acqua q.b.

-Procedimento:

Prima di fare qualsiasi altra cosa, procedere a tostare le mandorle in forno preriscaldato, per circa 15 minuti a 200 gradi, tenendo d’occhio e facendo attenzione che non diventino nere, altrimenti risulteranno amare e rovineranno l’aspetto e il sapore dei biscotti.

Iniziare la preparazione prendendo metà della quantità di zucchero e mescolarlo con la farina.

Aggiungere pian piano 1 uovo ( se non sono della stessa dimensione le due uova, scegliere per l’impasto quello più grande), il lievito e gli aromi, il pizzico di sale e in ultimo la parte restante dello zucchero.

A questo punto, versare una piccola quantità d’acqua, quanto basta per impastare gli ingredienti ed ottenere un composto che non risulti liquido bensì sodo e compatto.

Adesso è il momento di incorporare le mandorle precedentemente tostate, Impastare bene e poi formare 5 cilindri d’impasto, simili a dei salamini e posizionarli su di una teglia ricoperta di carta forno.

Infornarli in forno preriscaldato a 200 gradi, sul ripiano medio del forno per circa 15-20 minuti. Trascorso il tempo necessario, sfornarli e ancora bollenti, tagliarli in tanti pezzi che avranno una forma quasi romboidale.

Adagiare i biscotti nuovamente sulla teglia ed infornare a 170 gradi per altri 15-20 minuti, in modo che saranno perfettamente biscottati.

A questo punto spegnere il forno e lasciarli raffreddare, e poi servirli croccanti e saporiti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più