Pasta chi masculini: il primo piatto mare e monti

Spaghetti chi masculini
Foto di sicilia.fan

La pasta chi masculini è un primo piatto tipico della cucina catanese che unisce i due sapori principali del territorio: le alici, che in dialetto siciliano vengono chiamate appunto “masculini” e la passolina, la caratteristica uva passa, molto utilizzata nella cucina sicula.

I masculini in particolare, sono un prodotto tipico del territorio catanese, e vengono utilizzati in moltissime altre ricette siciliane, come ad esempio i masculini alla marinara, realizzati con aceto di mele, e con l’aggiunta di olio extravergine, uno spicchio d’aglio, sale, pepe nero, origano e prezzemolo; da non confondere con i masculini marinati, che invece vengono lasciati a macerare nel succo di limone.

Per preparare la pasta chi masculini come vuole la tradizione, invece, basta seguire semplici accorgimenti: innanzitutto occorre che la materia prima, ovvero il pesce, sia bello fresco che l’uva passa scelta sia la cosiddetta passolina e non uva passa di Pantelleria, che essendo più grande e bionda, ha un gusto più dolce e non viene dunque utilizzata nei piatti salati ma per confezionare i dolci della tradizione.

 

Ingredienti:

– 600 grammi di masculini

– 400 grammi di spaghetti

– un mazzetto di finocchietto selvatico

– 2 cipolle bianche

– salsa di pomodoro q.b.

– pan grattato q.b.

– olio extra vergine d’oliva q.b.

– uva sultanina q.b.

– una manciata di pinoli

– pepe q.b.

– sale q.b.

 

PREPARAZIONE

 

Riempire una casseruola con acqua e sale dove metteremo a bollire 2 pugnetti di uva sultanina. In un altro pentolino, effettuare lo stesso procedimento per il finocchietto. Una volta cotto, toglierlo dal fuoco e scolarlo, ma non buttare l’acqua, perché il suo aroma intenso si sposerà benissimo con la pasta.

Quindi, nell’acqua in cui si è messo a bollire il finocchietto, buttarci la pasta.

In una padella mettere intanto a soffriggere la cipolla con il finocchietto triturato finemente, il pepe, e le alici fatte a pezzi. Infine aggiungere un po’ di salsa di pomodoro a piacere.

Scolare la pasta al dente e versarla nella padella con le alici e il sugo, in modo che possa prenderne tutto il condimento e tutto il suo sapore.

Il tocco finale: a fuoco spento aggiungere i pinoli e l’uva sultanina e mescolare bene, spolverare con il pan grattato e servire.

Potrebbe anche interessarti