“L’asteco chiove e ‘a fenesta scorre”: cosa significa e come nasce

finestraI proverbi napoletani o i modi di dire, si sa, sono spesso coloriti e crudi, sarcasticamente arguti e densi di fantasia popolare, che caratterizza le loro metafore. Ma a volte, possono anche essere enigmatici. Non subito comprensibili a prima lettura o a primo orecchio; spesso, bisogna investigare un po’ prima di capire quale significato si nasconde dietro il simbolismo verbale, oppure restare qualche minuto a riflettere.

Può capitare, ad esempio, di ascoltare per bocca di una persona anziana le parole: “L’asteco chiove e ‘a fenesta scorre”. Accompagnate, probabilmente, da un viso rassegnato, lontano dall’essere gioviale.

Letteralmente, questo modo di dire si può tradurre così: “Il tetto perde acqua e dalla finestra entra acqua”. Simbolicamente, si riferisce alla contemporaneità di diverse avversità, come a dire non si tratta di un solo problema, ma ne nascono su tutti i fronti.

Dal tetto piove e dalla finestra pure: i guai sono arrivati tutti assieme.

Di conseguenza, essendo il popolo napoletano superstizioso, vuole anche significare che in quel preciso momento della vita, si è particolarmente soggetti alla ièlla, ossia alla sfortuna.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più