Il panettone del Regno delle due Sicilie di Argenio-Napoli: “Panettone nato a Milano? È falso”

Il Natale si avvicina e nel segno della valorizzazione dei prodotti del Sud, anche quest’anno la ditta Argenio, con sede in una delle strade più eleganti di Napoli (Via G. Filangieri 15/e), ha lanciato l’iniziativa del panettone del Regno delle Due Sicilie.

Chi è appassionato di storia del Sud non può non conoscere quest’azienda famosa soprattutto per la realizzazione di prodotti esclusivi e di alta classe totalmente “made in Sud” da oltre 70 anni. Pur essendo un vanto non solo della sartoria napoletana, conosciuta in molte parti del mondo, ha ormai aggiunto alla sua attività una “tradizione” fissa nel periodo natalizio sempre per la tutela dei prodotti che la nostra terra, dopo millenni di storia, ancora è in grado di offrirci.

Il panettone del Regno delle Due Sicilie: solo ingredienti di alta qualità

Il panettone che la ditta propone quest’anno è chiaramente realizzato artigianalmente, candidato ad essere un must in queste festività. Gli ingredienti scelti (di altissima qualità) sposano il sapore intenso del cioccolato con una sfumatura all’arancia, il tutto ricoperto da uno strato di pasta da zucchero che mostra quel bellissimo vessillo del Regno delle Due Sicilie, ormai tornato di moda tra quel popolo che sempre di più, anche grazie ad Argenio, riconosce la verità storica e ne mostra convintamente il marchio, indossando spesso abiti e gadgets prodotti proprio da questa azienda.

Molti si domandano come mai sia stato scelto come simbolo del natale Made in Sud 2020 proprio il panettone “pezzo forte della tradizione natalizia del nord”, considerando la nostra vastissima gamma di prodotti della tradizione natalizia di cui ci vantiamo con il resto del mondo. A questa domanda ci ha risposto lo stesso Salvatore Argenio.

Panettone nato a Milano? È falso

Erroneamente si pensa che il panettone sia nato a Milano. In realtà le sue origini affondano nei riti pagani, quando nei festeggiamenti per il solstizio d’inverno si era soliti preparare e donare agli Dei pani dolci. L’avvento del cristianesimo lascia intatta l’usanza dei pani dolci, a cui viene aggiunto il lievito, sulla cui superficie verrà impresso un taglio a croce, quale simbolo di Cristo. Nel tempo le massaie, al Sud come al Nord, continuarono a preparare il pane dolce, che arricchivano con frutta secca e miele.

“Solo agli inizi del ‘900 diventerà un prodotto industriale milanese. La nostra azienda ha riproposto l’antico significato ed è nato il “Panettone Reale delle Due Sicilie”, dove i sapori della nostra terra si fondono con l’eleganza e la raffinatezza delle creazioni della maison. L’accostamento food-moda contribuisce a regalare emozioni date dalla storia e dalla cultura, che rappresentano le basi dell’identità di un territorio e del suo popolo. Ciononostante non mancano tutte le altre tradizioni dolciarie della nostra terra sulla nostra tavola…”.

Insomma, come è stato fatto per tantissimi altri simboli culturali non solo del Natale sottratti al meridione, gli Argenio intendono mettere un timbro sulla verità storica anche del “semplice” panettone, cercando di far riappropriare il popolo meridionale di quella memoria da sempre negata.

È ormai un dato di fatto quello che al Sud è un prodotto artigianale di alta qualità, al nord diventa un prodotto industriale, e mentre troviamo sugli scaffali dei supermercati a pochissimi euro panettoni di scarsissima qualità provenienti da industrie del nord, al Sud nelle nostre imprese locali abbiamo la fortuna di godere di prodotti di qualità elevatissima, a km 0, che i nostri maestri pasticcieri propongono alla clientela e spesso alle gare nazionali ed internazionali che puntualmente vincono. Negli ultimi anni il Sud, ed in particolar modo la Campania, hanno messo un timbro sulla migliore produzione di panettoni artigianali made in Italy.

La grande “novità Argenio” di quest’anno in aggiunta al panettone del Regno delle Due Sicilie, è il “Panettone del Calcio Napoli 1926” con il cavallo rampante napolitano, primo logo del calcio Napoli (oltre che simbolo della temutissima Napoli capitale del Sud). Insomma la storia che si fonde con il presente, dalla cultura al calcio, dai primati alla difesa dei propri valori. Con questo intento Argenio sottolinea ogni anno la sua appartenenza a questa terra.

PRENOTAZIONI E INFO
Per prenotazione: 081418035 – info@salvatoreargenio.com
Pagina Facebook Argenio Napoli

Potrebbe anche interessarti