Torna il Carnevale ad Agropoli: la città trasformata in un villaggio con giochi, animatori e musica

carnevale agropoli
Foto fb Adamo Coppola

Dopo la sosta a causa della pandemia, torna il Carnevale nelle città campane. A Napoli a Palazzo Reale ci sarà il ballo a corte, per le strade eventi dedicati ai più piccoli. Ad Agropoli ci saranno tante iniziative dedicate a grandi e piccini ma purtroppo mancheranno i carri. Non mancherà il divertimento come assicurato dal primo cittadino Adamo Coppola che spiega sui social il ricco calendario di questi giorni.

TUTTO PRONTO PER IL CARNEVALE DI AGROPOLI

Il sindaco spiega:

Purtroppo anche quest’anno i carri allegorici non sfileranno. Come sapete la loro preparazione richiede mesi di lavoro e la pandemia non ha permesso di programmare la loro realizzazione. Ora che il virus sta arretrando, però, abbiamo voluto comunque programmare un Carnevale all’altezza della tradizione. Il prossimo primo marzo, dalle ore 15:00, il centro di Agropoli si trasformerà in un villaggio con giochi gonfiabili, animatori, artisti di strada, majorettes, dj e tanto altro. I carri torneranno il prossimo anno. Con i carristi stiamo già immaginando una serie di iniziative per la cinquantesima edizione dell’evento!“.

Sul sito del Comune di Agropoli è possibile trovare tutti i dettagli dell’evento organizzato per Carnevale:

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, ha definito il programma del martedì grasso, condiviso con l’associazione Il Carro.  Il prossimo primo marzo il centro di Agropoli si trasformerà in un vero e proprio villaggio: in piazza Vittorio Veneto, Corso Garibaldi, via Filippo Patella e nelle vie adiacenti saranno installati giochi gonfiabili alti fino a sei metri. Ad intrattenere i più piccoli musica, animatori, artisti di strada, burattini, dj, majorettes e personaggi di Jurassic Park“.

Il villaggio dei bambini prenderà il via martedì primo marzo dalle ore 15:00. L’area dove si svolgeranno gli eventi sarà sanificata e igienizzata prima e dopo lo spettacolo. Come spiegato dal sindaco:

In queste settimane in tanti ci hanno chiesto dei carri allegorici che purtroppo non ci saranno, insieme al consigliere Giuseppe Di Filippo ci siamo incontrati più volte con i carristi: la situazione di incertezza dovuta al virus non ha permesso di avviare la costruzione delle opere in cartapesta. Tuttavia stiamo già lavorando al prossimo anno, quando sarà in programma la cinquantesima edizione del Carnevale agropolese. Abbiamo già diverse idee in mente per garantire a questa storica manifestazione di fare il definitivo salto di qualità“.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti