Gli Scavi di Ercolano aprono anche di sera: suggestivi percorsi notturni a 5 euro

Dal 29 luglio fino al 9 settembre tornano i venerdì di Ercolano, un altro degli eventi più attesi dagli amanti della cultura, con 8 aperture serali per godere delle bellezze del Parco Archeologico attraverso suggestivi percorsi notturni.

Dal 29 luglio tornano i venerdì di Ercolano: 8 aperture serali agli Scavi

L’edizione di quest’anno sarà dedicata al legno, materiale da costruzione e elemento di arredo che ha caratterizzato la vita quotidiana dell’antica Ercolano regalando oggetti rari e unici al mondo. Per ogni venerdì sera, dal 29 luglio al 9 settembre, sarà possibile perdersi tra le bellezze del sito dalle 20:00 alle 22:30. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, una straordinaria apertura notturna ci sarà anche il 24 settembre.

I visitatori, passeggiando tra le antiche vie illuminate nella suggestione notturna, potranno ammirare due cicli di proiezioni che mostreranno reperti, attualmente custoditi all’interno dei depositi del sito, nell’interpretazione fotografica di Luciano Pedicini e Luigi Spina.

Attraverso i Tableaux Vivants del gruppo artistico Teatri 35, sarà possibile vivere l’emozione di un viaggio all’indietro nel tempo tra le meraviglie della città antica e l’incontro con Dedalo, il mitico inventore della falegnameria. Il percorso tra i reperti lignei del Parco si sviluppa in 9 tappe: da quella che un tempo era l’Antica Spiaggia, passando per la Casa dei Cervi, la sontuosa villa che guarda verso il mare, per poi ammirare la porta à coulisse dell’ala destra della Casa del Bicentenario e ancora un esempio di tipica casa di età romana come la Casa del Tramezzo di Legno. Un vero e proprio viaggio a ritroso, alla scoperta dell’antica Herculaneum.

I biglietti sono acquistabili in biglietteria al costo di 5,00 euro e online sul sito www.ticketone.it, con prevendita di 1,50 euro. Sarà prevista anche una visita in lingua inglese. I biglietti che risulteranno invenduti alle ore 18.00 saranno acquistabili fino ad esaurimento presso la biglietteria del Parco secondo l’ordine di arrivo all’ingresso di Corso Resina.

“Grazie alle aperture serali di quest’anno, le esplorazioni notturne nella magica atmosfera del sito illuminato permetteranno ai visitatori di conoscere la straordinaria documentazione di manufatti lignei unica al mondo. Riproponiamo la commistione tra reale e virtuale immergendo i visitatori nei luoghi della città antica dove si trovano ancora oggi alcuni eccezionali oggetti di legno, permettendo loro di avvicinarsi appieno alla vita quotidiana e materiale del sito” – ha dichiarato il direttore Francesco Sirano.


Segui Vesuviolive.it su:

“Tutti devono sentirsi protagonisti di questa rinascita culturale che stiamo portando avanti da anni. Ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte. La tutela del bene archeologico e delle altre attrattive turistiche appartengono a tutti quanti noi” – ha commentato il sindaco Ciro Buonajuto.

Potrebbe anche interessarti