Una passeggiata per i vicoli di Napoli con Matilde Serao

piazza_plebiscito_antica

Un’immaginaria e suggestiva passeggiata tra le strade di Napoli con una delle autrici più toccanti del secolo scorso. Il sito Napolitoday.it così descrive l’evento “Matilde Serao racconta la sua Napoli”: Una passeggiata nella Napoli del primo Novecento guidata dagli scritti e al pensiero anticonformista di Matilde Serao, donna sempre attenta a cogliere usanze, costumi e credenze del popolo napoletano.

TESTO INTEGRALE

L’associazione culturale Insolitaguida, sull’onda delle sue tanto apprezzate iniziative, tutte volte a alla riscoperta di Napoli e della napoletanità e sempre attente a valorizzare i volti più nascosti e stravaganti della città partenopea, presenta un nuovo itinerario narrante lungo le strade del centro storico. Una passeggiata tutta al femminile. Saranno le donne, infatti, a far da Cicerone ai nostri ospiti, così come sarà con gli occhi di una grande donna partenopea che essi vedranno rivivere la Napoli di un tempo.

Una ricostruzione storica affidata agli scritti ed al pensiero anticonformista di Matilde Serao. Figlia di un avvocato napoletano e di una nobile greca, fu autrice di ben settanta opere, oltre ad aver lavorato intensamente come giornalista, diventando la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano. Fu protagonista del rinnovamento della pubblicistica italiana negli anni cruciali tra Ottocento e Novecento.

Visse col suo spirito anticonformista sia l’alta società napoletana che gli aspetti più umili del popolo, la vera forza motrice e l’anima più caratteristica della città, raccontando cent’anni di storia di Napoli. Per la fondatrice de “Il Mattino”, il giornalismo era l’occasione più concreta per conoscere fatti, per analizzare e scoprire usanze, costumi e credenzele sue superstizioni popolane, le devozioni per i Santi e la vitalità con cui i napoletani affrontavano – ed affrontano tutt’oggi – la vita. Tutti aspetti che la Serao portava poi nella sua arte “maggiore”, ovvero nei suoi romanzi.

Punto di partenza è la centralissima Piazza del Gesù, scelta ispirata dall’inizio della carriera scolastica della Serao. Da lì il percorso prosegue per vicoli e vicarielli, all’interno della parte popolana di Napoli, delimitata a nord da Piazza del Gesù, a sud da Santa Maria la Nova, a est da via Mezzocannone e ad ovest da via Monteoliveto, soffermandosi di tanto in tanto nei punti legati a leggende e curiosità raccontate dalla stessa scrittrice nelle sue opere.

Quella che emergerà sarà una Napoli piena di colore e vivacità, ma anche di miseria e povertà, che ancora oggi trova rispondenza nel terzo millennio. Nel corso dell’itinerario non mancheranno anche aneddoti legati alla cucina napoletana, tanto amata dalla Serao, ed a vicende culinarie, più o meno fondate, connesse a questa e a quella ricetta.

Si ricorda che per prendere parte al tour (contributo di 6 € a persona, previsti sconti per cral e studenti ed over 65) occorre prenotarsi ed è possibile farlo telefonicamente al 338 965 22 88 oppure on-line sul sito www.insolitaguida.it, dove è possibile trovare ulteriori informazioni e curiosità. Inoltre è sempre possibile organizzare un appuntamento privato per gruppi di almeno 4 persone.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più