Bimbo nato morto al Pineta Grande, la replica della Direzione: “Era già deceduto”

La Direzione dell’ospedale Pineta Grande di Castel Volturno ha replicato alla denuncia presentata ai Carabinieri dal papà del bimbo morto durante il parto.

La Direzione del Pineta Grande Hospital, –  comunicano – in relazione a quanto riportato da alcune testate giornalistiche online in data 13/07/2021, precisa che la paziente si è recata al Pronto Soccorso di questa struttura riferendo di non percepire alcun movimento del feto dal giorno precedente. La paziente, a seguito di accertamenti, veniva accettata con diagnosi MEF (Morte Endouterina Fetale). Il personale ha tempestivamente informato la paziente e i familiari che alla notizia hanno avuto una reazione scomposta, ma comprensibile, udita anche dalle altre pazienti in spazi adiacenti.
Essendo la paziente in travaglio, con attenzione, umanità e massima cura, è stata accompagnata in sala parto per l’espletamento della nascita per via naturale. Il bambino è nato, come preannunciato, già morto.
La Direzione del Pineta Grande Hospital esprime profondo cordoglio alle famiglie e piena ed incondizionata fiducia al lavoro della magistratura.

Pineta Grande Hospital, la denuncia

La tragedia è avvenuta ieri mattina nel nosocomio di Castel Volturno. Secondo quanto denunciato dal papà, il piccolo sarebbe morto durante il parto ed avrebbe addossato eventuali responsabilità colpose ai sanitari. A tutelare nelle sedi opportune la parte ritenuta offesa saranno gli avvocati di Santa Maria Capua Vetere Benito De Siero e il collega Pasquale Diana, specialisti nella tutela del malato.

Potrebbe anche interessarti