Parte il processo De Santis, Antonella Leardi: “Questa gente dovrebbe vergognarsi…”

Ciro Esposito

ROMA, Rebibbia, parte il processo a carico di Daniele De Santis, tifoso romanista accusato di aver sparato Ciro Esposito poche ore prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, disputatasi il 3 maggio 2014. I capi d’accusa che gravano sull’imputato sono: omicidio volontario, lesioni e porto abusivo d’arma.

Anche Antonella Leardi, madre del ragazzo brutalmente colpito un anno fa, sarà presente in tribunale. “Finalmente inizia il processo, anche se per me dovrebbe finire oggi – ha commentato la donna -. Ormai i fatti sono evidenti: sono certa che la giustizia trionferà. Non mi importa degli striscioni apparsi contro di me allo stadio, sono una mamma che sta facendo di tutto per eliminare la violenza negli stadi, queste persone devono solo vergognarsi”.

Gennaro Fioretti, tifoso azzurro, dovrà invece difendersi dall’accusa di rissa. Il 33 enne infatti, fece parte del gruppo che con Esposito si avventò contro ‘Gastone’ dopo il suo assalto ad un pullman di tifosi nella zona di viale Tor di Quinto.

LEGGI ANCHE
Guai per il "boss delle cerimonie": La Sonrisa rischia di chiudere

L’avvocato Pisani, legale della famiglia Esposito, ha annunciato che oggi presenterà la richiesta di costituzione di parte civile della Municipalità di Scampia, quartiere di Napoli dove Ciro viveva.

 Fonte Il Mattino.

Potrebbe anche interessarti