Cori razzisti durante Napoli-Verona, arriva la multa

coppaitalia

Nonostante siano passati 9 anni dall’ultima volta che i tifosi del Verona abbiano messo piede al San Paolo, sembrerebbe che certe cose siano dure a morire. Infatti tra primo e secondo tempo di Napoli-Verona abbiamo assistito al momento in cui sono entrati allo stadio i 150 tifosi scaligeri inneggiando cori razzisti nei confronti della squadra di Sarri. Oggi è arrivata da parte del Giudice Sportivo Tosel la sentenza che prevede un’ammenda di 15mila euro nei confronti del club gialloblu per aver intonato cori razzisti e di discriminazione territoriale.

Dal canto loro, il deputato veronese Matteo Bragantini del gruppo misto, ieri con un’ interrogazione parlamentare ha chiesto al ministro dell’interno Angelino Alfano quanto segue: “Chiedo, con un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno Angelino Alfano, se è a conoscenza del trattamento riservato dalle forze dell’ordine ai circa 150 tifosi veronesi che, in occasione della partita di Coppa Italia tra Napoli e Verona, si sono recati nel capoluogo campano per assistere all’incontro. Il ministro Alfano è al corrente che queste 150 persone – arrivate in anticipo, con mezzi propri, rispetto al calcio d’inizio – sono state scarrozzate forzatamente dalle forze dell’ordine lungo strade statali fino all’inizio del secondo tempo della partita, e che dunque hanno potuto assistere soltanto a una parte della gara nonostante fossero tutte munite di regolare biglietto e non avessero creato alcun problema durante il viaggio da Verona a Napoli? Qual è il motivo di tale comportamento da parte delle forze dell’ordine?…”. Il dibattito resta aperto.

Potrebbe anche interessarti