Il Napoli sfata il tabù: l’Atalanta si inchina a Higuain e Hamsik

Gli Azzurri ritornano a vincere a Bergamo dopo 6 anni e chiudono al secondo posto il 2015.

44265619d8e8fdb92bc3a8311614cde6_169_l

 

Match spettacolare e ricco di emozioni quello tra Atalanta e Napoli. La squadra di Reja parte subito bene e  dopo appena 5′ Pepe Reina è gia chiamato in causa  su Maxi Moralez. L’Atalanta mostra una splendida condizione fisica, il suo pressing a tutto campo  non facilita il  palleggio degli azzurri che fanno a fatica a entrare in partita. La risposta del Napoli arriva al 14′: gran cavalcata di Hysaj che mette in mezzo per Higuain, il bomber argentino fallisce una grande occasione da goal e il suo tiro viene bloccato da Bassi. Il pipita è costantemente cercato dai compagni ma nel primo tempo fa fatica ed è poco reattivo in area di rigore. Al 29′ ecco un’altra occasione per il Napoli: Insigne si accentra e serve Marek Hamsik che però spedisce il pallone in curva. Al 43′  l’Atalanta va vicino al goal con una bordata da fuori area dell’ex Luca Cigarini  ma Reina risponde ancora presente e  respinge in angolo la gran botta del centrocampista nerazzurro.

 

Nella ripresa si riparte con le stesse formazioni ma la squadra di Sarri aggredisce subito la partita: al 50′ Higuain  impegna Bassi con un gran destro e al 52′  De Roon ,ingenuamente, tocca la palla con le mani nella sua area.Per Rocchi non ci sono dubbi è calcio di rigore per il Napoli. Sul dischetto si presenta il capitano Marek Hamsik, il suo tiro sbatte sulla traversa e rimbalza sulla linea di porta. Dopo qualche secondo di incertezza, l’arbitro aiutato dalla goal line technology concede il goal. Il vantaggio del Napoli dura soltanto due minuti: il trio argentino Denis-Moralez- Gomez  sorprende la difesa azzurra  e Alejandro Gomez batte Reina con un destro secco e preciso. Al 58′ Higuain ha su i suoi piedi la palla del 2-1 ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa.  Il pipita, che mai aveva sbagliato così tante occasioni in questa stagione, si riscatta al  62′: Jorginho da calcio d’angolo crossa in mezzo e Higuain di testa punisce la difesa atalantina e porta in vantaggio il Napoli.  Al 65′ i partenopei rischiano di chiudere la gara ma il gran tiro di Lorenzo Insigne sfiora la traversa e termina fuori. Al 74′ Jorginho, già ammonito sbaglia il tempo della sua scivolata e prende  in pieno De Roon. Rocchi non può far altro che ammonire nuovamente il centrocampista  e spedirlo negli spogliatoi. Il Napoli si chiude bene in difesa e resiste agli attacchi avversari e con un gran contropiede chiude la partita: Hamsik prende palla nella sua metà campo e serve Higuain che non sbaglia e raggiunge quota 16 reti in campionato.  Nel finale Mertenes,entrato al posto di Insigne,  viene messo giù da Paletta in area di rigore. Hamsik si presenta nuovamente sul dischetto ma fallisce calciando alto. Il Napoli termina il 2015 nei migliori dei modi e torna a vincere in campionato consolidando la sua seconda posizione in classifica alle spalle dell’Inter attesa nel posticipo contro la Lazio.

 

 

IL TABELLINO

RISULTATO FINALE: Atalanta-Napoli 1-3
A
talanta (4-3-3): Bassi; Bellini (18′ st Raimondi, 33′ st Masiello), Stendardo, Paletta, Brivio; Cigarini, De Roon (33′ st D’Alessandro), Grassi; Moralez, Denis, Gomez. A disposizione: Sportiello, Radunovic, Toloi, Suagher, Migliaccio, Estigarribia, Monachello. All.: Reja.
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (20′ st Lopez), Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne (27′ st Mertens). A disposizione: Rafael, Gabriel, Maggio, Henrique, Chiriches, Strinic, Valdifiori, Chalobah, Gabbiadini, El Kaddouri. All.: Sarri.
Arbitro: Rocchi
Marcatori: 7′ st rig.Hamsik (N), 9′ st Gomez (A), 17′ st, 40′ st Higuain (N)
Ammoniti: Cigarini (A), Koulibaly (N)
Espulsi: 29′ st Jorginho (N) per doppia ammonizione per comportamento falloso

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più