Calciomercato Napoli: una marea di nomi, un filo d’olio e la bufala è servita

Poco più di 96 ore, è il tempo trascorso dalla riapertura del calciomercato invernale ad oggi. Come ad ogni sessione una delle squadre più tartassate dalle mille indiscrezioni che circolano è il Napoli di De Laurentiis, società che soprattutto in estate ha già dimostrato di voler operare soltanto in maniera oculata e non tanto per compare. Ma la storia non cambia: anche durante questa finestra i nomi accostati agli azzurri sono una marea, e spesso le indiscrezioni sono tutt’altro che fondate visti quelli che sono i veri obiettivi del Calcio Napoli.

Chi più ne ha più ne metta, la strategia ormai è chiara: voci su voci che trovano poche conferme e che servono in parte solo a destabilizzare un ambiente particolare come quello partenopeo. Ma cosa serve a questo Napoli? Il discorso è più semplice che mai. I meccanismi di Sarri sono già stati ampiamente assimilati dalla compagine azzurra, e toccare un qualsiasi ingranaggio potrebbe risultare deleterio. Molto, infatti, dipenderà dalle cessioni: è chiaro che con la partenza di Henrique i partenopei dovranno intervenire per portare alla corte del tecnico azzurro un sostituto che vada a completare numericamente il reparto difensivo. Maksimovic, Rugani o Barba? Possibile vista l’ultimissima conferma; non è da escludere, però, anche una possibile soluzione interna proveniente dalla Primavera.

Capitolo centrocampo. Qui il discorso è un pò diverso, la lacuna è infatti chiarissima: serve un vice Hamsik che all’occorrenza possa sostituire anche Allan. Jorginho e Valdifiori completano la regia, David Lopez sembra quasi un jolly che però non convince più di tanto: e qui potrebbe arrivare il colpaccio. Andrè Gomes è il nome giusto e sembrerebbe la prima scelta dello stesso De Laurentiis, così come Vecino che però la Fiorentina difficilmente cederà a gennaio. Tutti gli altri, invece, rappresentano alternative di seconda fascia: ma occhio ad un possibile ritorno di Soriano che anche nell’ultima sfida di campionato, durante il derby tra Genoa e Sampdoria, ha dimostrato di meritare ampiamente il definitivo salto di qualità.

Il mercato del Napoli quindi si baserà soltanto su un difensore e un centrocampista? Con ogni probabilità si, ma c’è da considerare un altro aspetto. Tanti nomi sono circolati anche per ciò che riguarda i pali: tutto, però, dipenderà da una possibile cessione di Rafael. Discorso simile anche per l’attacco. Il reparto è completo e soddisfa a pieno il tecnico Sarri, ma tutto ruoterà attorno a Gabbiadini. Se l’attaccante decidesse di partire, ipotesi altamente improbabile viste le ultime dichiarazioni dell’agente, allora Giuntoli si metterà all’opera per portare in azzurro un vice Higuain. Immobile ha già dato il suo consenso, almeno a parole, ma al momento i partenopei sembrano avere altre priorità. La situazione, quindi, sembra più chiara che mai: il Napoli di De Laurentiis ha le idee chiare, le bufale lasciamole da parte.

Potrebbe anche interessarti