Frosinone-Napoli 1-5. Le pagelle dei campioni d’inverno!

Video: Napoli-Verona
Il Calcio Napoli espugna il Matusa battendo il Frosinone con uno schiacciante 5 a 1 e si proclama campione d’inverno. Prestazione brillante di tutti gli azzurri, ma ancora una volta spicca su tutti la prestazione del Pipita Higuain. Di seguito le pagelle degli azzurri:

Reina 6,5 –
Dovrebbe avere una semplice sufficienza per il fatto di aver assistito per l’ennesima volta ad una partita a senso unico, ma quel mezzo voto in più è per la gioia, la passione e l’ardore che sfodera in ogni sua esultanza quando il Napoli gonfia la rete. Primo tifoso.

Hysaj 6,5 – Preciso e attento in fase difensiva, migliora di partita in partita anche in fase di spinta. Nel primo tempo è attento a mantenere la posizione, nel secondo si diverte a trovare spazio sulla fascia con sovrapposizioni precise e pericolose. Versatile.

Albiol 6,5 – Oggi è stata la giornata del definitivo riscatto, quella della definitiva consacrazione, per chi ormai è soltanto un lontano parente del giocatore spento e lento della passata stagione. Suo il goal che apre le marcature, per il resto della gara si oppone ad ogni iniziativa dei laziali chiudendo tutti i varchi centrali. Consacrato.

Koulibaly 7 – C’è poco da dire su chi ormai è la vera grande certezza della difesa azzurra. Salva il risultato dopo 10 minuti anticipando di testa l’attaccante del Frosinone, vince tutti i duelli fisici mantenendo la posizione ed uscendo bene palla al piede. Nessuna sbavatura, nessun errore e nessun dubbio: monumentale.

Strinic 6 – Per la prima volta da titolare in questo campionato, gioca una buonissima partita soprattutto in fase offensiva. Qualche sbavatura di tipo tattico quando si trattava di mantenere la linea difensiva, ma in una giornata come questa ci può stare. Giustificato.

Allan 7 – Cuore sostanza e determinazione. Questo è il riassunto della partita e della prima parte di campionato del brasiliano. Nei primi minuti si concede qualche pausa, poi iniziano le sue percussioni e i suoi inserimenti, per non parlare della quantità industriale di palle recuperate. La prestazione è ancora una volta da sottolineare. Implacabile.

Jorginho 7 – Si potrebbero contare sulle mani i palloni sbagliati dal brasiliano quest’oggi. Preciso, attento e ordinato in fase di costruzione, da lui partono tutte le azioni principali del Napoli. Grazie anche al sostegno di Hamsik è sempre più il perno del centrocampo azzurro. Faro.

Hamsik 7,5 – Il ritorno del capitano sotto tutti i punti di vista è ormai cosa ovvia, ancora una volta è autore di una prestazione eccezionale, indietreggia più volte davanti alla difesa prendendosi anche la responsabilità di impostare, e diventa illuminante dalla tre quarti in su. Suo il goal 3 a zero che chiude definitivamente i conti. Tuttofare. (32′ Chalobah s.v.).

Mertens 6,5 – Non inizia nel migliore dei modi la partita per il belga. Troppo svogliato il suo approccio alla partita, ma col passare dei minuti aumenta la sua spinta e il suo dinamismo che donano imprevedibilità alla manovra d’attacco azzurra. Un pò egoista in qualche occasione ma dopo tutto fa parte del suo DNA. Genetico.

Higuain 8 – Impossibile non vedere la classe di questo campione, impossibile non notare come lui in questo campionato faccia davvero la differenza. E se poi ci aggiungiamo che quest’oggi ha sfatato anche l’ultimo dei suoi tabù, quei calci di rigore che troppe volte sono stati la sua condanna, allora il piatto è finalmente servito: doppietta da urlo e prestazione da migliore in campo, anzi no, da migliore del campionato. Indomabile. (Gabbiadini 18′ 7  Mancava da due mesi, ma entra in campo e con la calma che il solo campione ha. Sfodera uno di quei goal che guardi e riguardi e non ti spieghi come abbia fatto. Solo una frase: giù le mani da Manolo. Intoccabile).

Callejon 7 – Sarebbe troppo banale e riduttivo sottolineare  quell’unica pecca, quell’unico fardello che prima o poi sicuramente sarà superato. Quindi ancora una volta sarà meglio non farci caso. Prestazione sublime: tagli inserimenti e tanti palloni recuperati in fase difensiva. E questo anche quest’oggi basta e avanza. Essenziale. (El Kaddouri 30′ s.v.).

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più