Sarri: “Insigne? Ecco cosa è successo. Su Gabbiadini dico che…”

(Foto di Saso Arts)

Dopo l’incredibile 5-1 azzurro allo stadio Matusa contro il Frosinone per l’ultima giornata del girone d’andata, hanno parlato ai microfoni di Mediaset Premium Maurizio Sarri e Raúl Albiol.

Queste le dichiarazioni del mister partenopeo:

“Primi in classifica ? Era una partita in cui c’erano diverse difficoltà da dover superare e siamo stati lucidi. La squadra ha dato una prova di maturità perchè avrebbe potuto sentire la pressione degli altri risultati, avrebbe potuto pagare come ha pagato a volte in questo tipo di trasferte in passato, quindi penso ci sia stato un passo in avanti a livello di mentalità e di maturità”.

La Juventus avversaria principale? Io su questo penso di essere stato l’unico coerente fin da quando la Juventus era dodicesima in classifica. L’ho sempre ritenuta la grandissima favorita”.

“Di cosa sono più soddisfatto? Sicuramente dell’atteggiamento, ma l’aspetto che mi ha soddisfatto di più in questi mesi con questi ragazzi è stata la disponibilità. Ho chiesto cose diverse da quelle che facevano e qui c’è gente che ha anche una storia importante, ma che si è messa subito a disposizione”.

Ho consolato Insigne? Mi sembrava più giusto dare minuti a chi ne ha meno nelle gambe a risultato acquisito. Lo avevo fatto riscaldare sul 2-0 ma in due minuti abbiamo fatto due gol e credevo più giusto dare minuti a El Kaddouri che ci tornerà sicuramente utile nel corso della stagione come è stato in Europa e in Coppa Italia”.

Nel finale anche alcune parole su Gabbiadini e sulla sua importanza per l’organico: “Gabbiadini oggi ha fatto vedere quanto conta per la squadra. Purtroppo viene da un infortunio abbastanza pesante ed era normale dargli un po’ di minuti oggi per le partite ravvicinate che avremo in cui Manolo diventerà fondamentale. Incedibile? Questo penso fosse già palese prima”.

Di seguito, invece, le parole del difensore spagnolo:

“Sono felice per il primo gol in questa stagione, ma soprattutto per la squadra che ha fatto un gran lavoro perchè era molto importante vincere qua dopo i risultati di Fiorentina, Inter e Roma. Campioni d’inverno? Io voglio essere campione alla fine della stagione, adesso manca tantissimo. Sono felice per il gran lavoro fino a qua ma dobbiamo continure così. Siamo fiduciosi con mister Sarri che sta facendo un gran lavoro e se vogliamo vincere quest’anno questa è la strada che dobbiamo percorrere. Sarri ha dato una grande mentalità alla squadra e grazie a lui stiamo facendo un buon calcio”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più