Sarri alla gogna mediatica, ma sui social arrivano due difese inaspettate

SarriNapoli – Inter di ieri sera non sarà ricordata per l’eliminazione del Calcio Napoli dai quarti Coppa Italia e per il conseguente passaggio in semifinale dei neroazzurri, che si ritroveranno a dover giocare in gara di andata e ritorno con la vincente di Lazio-Juventus, in programma questa sera ed in onda sempre su Rai Uno a partire dalle ore 20:45. No, Napoli – Inter resterà per sempre la sfida della vergogna. La causa è molto semplice: le frasi discriminatorie rivolte da Maurizio Sarri nei confronti di Roberto Mancini alla rete del definitivo 0-2 degli ospiti.

Non sono valse, infatti, le scuse pubbliche e private fatte pervenire da Maurizio Sarri al suo collega – davvero furibondo per gli improperi del toscano – a placare le discussioni e le polemiche scatenatesi subito dopo il match in televisione, sui giornali e sui social network. Proprio da Twitter, tuttavia, arrivano le uniche due difese registrate sinora a favore dell’attuale allenatore dei partenopei, fatto salva quella quasi scontata del portiere azzurro Pepe Reina, l’unico tra tutti i tesserati della squadra di patron Aurelio De Laurentiis ad aver concesso un’intervista, oltre ovviamente allo stesso allenatore.

Al fianco dell’estremo difensore di origini spagnole si sono schierati fino ad ora soltanto i giornalisti Enrico Varriale e Maurizio Pistocchi, utilizzando come mezzo principe della loro comunicazione il proprio profilo personale di Twitter.

Varriale, che per giunta era stato il primo a criticare – per ragioni puramente calcistiche – Maurizio Sarri nell’immediato post gara, ha voluto ribadire tra le righe quanto asserito proprio dall’allenatore e dal portiere azzurri. I due, infatti, avevano considerato “cose da campo e che devono restare in campo” la lite con Roberto Mancini, e in fondo il giornalista Rai si mostra pressoché sulla stessa lunghezza di pensiero, schierandosi praticamente contro la decisione dell’allenatore neroazzurro di divulgare i motivi dello scontro verbale pubblicamente:

VarrialeAncora più severo, se possibile, Maurizio Pistocchi, giornalista Mediaset più volte schieratosi a favore del Napoli e dei suoi tifosi in occasione delle critiche piovute – in particolare da Boban – sui presunti eccessivi festeggiamenti che la squadra ed i sostenitori terrebbero dopo le vittorie in campionato. Stavolta, ovviamente, da festeggiare c’è davvero poco, non solo sportivamente parlando, ma Pistocchi non ha esitato a remare controcorrente rispetto alla maggioranza dei suoi colleghi. Lo stesso ha, anzi, ricordato a Roberto Mancini la difesa che lui stesso fece dell’amico e compagno di squadra (Lazio) Mihajlovic, reo di aver apostrofato con un epiteto quanto mai razzista il calciatore francese Vieira:

Pistocchi

Difficile dire se è giusto o meno che certe frasi vengano rese pubbliche, molto più facile discostarsi da qualunque atteggiamento razzista, sessista o discriminatorio possa essere mostrato in campo come nella vita. Ma ovviamente, a parole e a mente fredda, lo sanno bene sia Mancini che Sarri.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più