Juventus-Napoli, tifosi azzurri cercano di raggirare legalmente il divieto: ecco come

JuventusTurno infrasettimanale di Serie A, la sfida a distanza tra Calcio Napoli e Juventus è entrata nel vivo. Tra due giornate di campionato ci sarà l’attesissimo match che però, almeno al momento, non vedrà protagonisti i tifosi azzurri allo Stadium. Il divieto di trasferta è stato infatti ufficializzato, ma i supporters partenopei non mollano e cercano di raggirare legalmente il problema. A confermarlo, infatti, è Maurizio Criscitelli, presidente del Napoli Club Bologna che ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport.

Ecco l’estratto: “Non è la prima volta che accade una cosa del genere. Era già capitato a Roma lo scorso anno per Roma-Napoli, a Verona sempre nella passata stagione e nell’attuale campionato a Modena col Carpi. Con i miei soci, tutti residenti fuori dalla Campania, acquistiamo con la semplice carta di identità un certo quantitativo di biglietti in un altro settore, poi mi premuro di inviare una mail alla Digos di Napoli ed alle Prefetture interessate in cui chiedo se verrà garantita a noi tifosi del Napoli l’incolumità visto che saremo a stretto contatto con i sostenitori avversari. A quel punto, la cosa più logica da fare è appunto riaprire il settore ospiti per consentirci di vedere la partita senza correre rischi”.

Potrebbe anche interessarti