Addio alle polemiche? Ulivieri: “Gli allenatori non parleranno più…”

Renzo UlivieriLe polemiche sono il sale quotidiano nel mondo del calcio. Che sia nei salotti televisivi, sui giornali o semplicemente al bar, migliaia di tifosi si trasformano in arbitri e commentano, chi più chi meno, i casi da moviola della giornata. Con l’avvento delle pay tv e dei social network, la figura dell’arbitro si è fatta ancora più complicata. Tante le telecamere in campo, e di conseguenza anche le immagini che possono chiarire definitivamente gli episodi più importanti di una partita. A tutto svantaggio dei fischietti italiani, i più vessati in assoluto, ma nonostante ciò i più ammirati nel resto del mondo. Fare l’arbitro non è semplice, a maggior ragione quando, oltre ai tifosi e agli opinionisti, ci si mettono anche gli allenatori a criticare l’operato dei direttori di gara.

Quante volte abbiamo sentito i tecnici delle 20 squadre di Serie A lamentarsi a più riprese dei torti arbitrali subiti? Troppe. Ed è così che arriva una decisione che potrebbe (il condizionale e d’obbligo) cambiare la comunicazione del calcio italiano. A parlarne, è il presidente dell’Associazione Allenatori, Renzo Ulivieri: “Abbiamo fatto un patto tra persone perbene, ci siamo trovati d’accordo in un minuto: i tecnici non parleranno più di arbitri, rigori e fuorigioco. Non risponderanno alle domande al riguardo al termine delle partite“.

Una decisione arrivata dopo l’incontro annuale fra i fischietti della serie A con dirigenti e calciatori tenutosi allo stadio Olimpico di Roma: “Quando ci faranno domande su un rigore o sul comportamento dell’arbitro, la nostra categoria ha deciso che su questi argomenti non parla. Anche perché noi possiamo parlare, mentre gli arbitri non sono nella condizione di poter replicare e tutto questo ci sembra ingiusto“, conclude Ulivieri come riportato da Sportmediaset. Sarà quindi messa definitivamente la parola “fine” alle polemiche del post-gara? Vedremo. Juventus- Calcio Napoli, in questo senso, sarà un bel banco di prova.

Potrebbe anche interessarti