Juventus-Napoli 1-0. Le pagelle: Hysaj certezza, Insigne fantasma

Juventus-NapoliIl Napoli perde negli ultimi minuti la sfida contro la Juventus perdendo il primo posto in classifica. Di seguito le pagelle degli azzurri:

Reina 6,5 –Partita che da pronostico avrebbe dovuto creare non pochi grattacapi al portiere azzurro, che invece per tutto il primo tempo si sporca i guanti solo per bloccare un paio di conclusioni di poco conto dei bianconeri. Nel finale però sul tiro di Zaza viene ingannato dalla deviazione del suo compagno,e in quell’occasione forse avrebbe potuto fare qualcosina in più. Insolito.

Hysaj 7- Il tunnel ad Evra ad inizio partita e il (quasi) assist vincente per Higuain sono l’emblema della crescita esponenziale di questo ragazzo. In difesa tiene a bada tutte le scorribande di Pogba e Dybala e con la forza di un veterano spinge con tanta corsa e qualità ogni qualvolta ne ha la possibilità. Il senso tattico del campione anche in una partita di così tanto blasone, non può non consegnargli lo scettro del migliore in campo di questo match. Certezza.

Koulibaly 5,5-  Nel primo tempo,come succede spesso al senegalese nelle partite di cartello, risulta troppo irruento in più di un’occasione creando qualche pericolo alla retroguardia azzurra. Con il passare dei minuti acquista sempre più maggiore sicurezza offrendo soprattutto nel secondo tempo una prestazione tutto sommato soddisfacente, fino a quando però ritarda l’uscita prima del tiro di Zaza, deviando un pallone che diventa velenosissimo e (forse) imparabile per Reina. Emozionato.

Albiol 6,5- Raul è stato protagonista di tante partite di questo tipo a Madrid, e in campo si nota. Preciso e puntuale in ogni chiusura annulla Dybala in ogni suo aspetto. Bravo anche in fase di impostazione, smista subito sui centrocampisti sfuggendo al pressing dei bianconeri. Veterano. (Gabbiadini 88′ s.v.)

Ghoulam 6,5- Partita di grande sostanza per l’algerino, nel primo tempo limita la sua spinta in fase offensiva mantenendo alla grande la posizione, e limitando la spinta di una pericolosissimo Cuadrardo. Nella ripresa aumenta la sua spinta offensiva, ma Insigne stasera è poco ispirato e anche l’esterno ne risente parecchio. Voglioso.

Allan 6- Tantissima sostanza e discreta qualità. Si può sintetizzare in questo modo la partita del brasiliano che recupera tantissimi palloni abbassandosi in diverse occasioni davanti all’area di rigore azzurra quando i bianconeri attaccano. Non disdegna però di attaccare lo spazio quando ne ha la possibilità, tuttavia con risultati alterni. Sostanzioso.

Jorginho 5,5- Trova pochi spazi per servire i compagni e risulta troppo frenetico quando si tratta di smistare il pallone con velocità. Dà un buon supporto in fase difensiva ma è troppo poco per uno come lui.Nel secondo tempo si abbassa troppo non riuscendo a dare freschezza alla manovra.Sfocato.

Hamsik 5,5- Nel primo tempo si abbassa a ricevere il pallone facendo in pratica il regista, al posto di Jorginho braccato dal pressing bianconero. Per tutta la gara prova qualche verticalizzazione interessante senza trovare però spazi utili per i compagni. Alterno.

Callejon 5,5- Solito sostegno in fase difensiva, ma davvero pochi tagli in quella offensiva. Avrebbe potuto mettere in difficoltà i bianconeri sfruttando la difesa a quattro poco rodata della Juventus. Ma spende troppe energie e non riesce ad incidere come avrebbe potuto. Deludente.

Higuain 6- Poco incisivo e poco servito si innervosisce senza riuscire a spronare i compagni. Nel primo tempo sfiora il goal ma viene anticipato da uno straordinario Bonucci in spaccata. Nel secondo tempo prova ad uscire dalla propria area di rigore provando a lasciare maggiore spazio agli esterni, ma i risultati non arrivano. Effimero.

Insigne 5- Prova assolutamente negativa per il talento di Frattamaggiore che nel primo tempo sbaglia una miriade di palloni risultando assolutamente inefficace. Nel secondo prova nei primi minuti a sorprendere Buffon sul proprio palo con un esisto del tutto scontato. Da quel momento sparisce dal campo. Fantasma.(75′ Mertens 5,5)– Subentra ad uno spento Insigne ma non riesce ad incidere più di tanto. Procura un’ammonizione a Marchisio ma il resto è tutto fumo. Impalpabile.

Potrebbe anche interessarti