Vicenza-Avellino, cori razzisti: “Benvenuti in Italia” e Roberto Insigne reagisce così

Roberto Insigne

Episodio increscioso quello avvenuto nel match di Serie B questo pomeriggio tra Vicenza e Avellino. Protagonista, Roberto Insigne, fratello del calciatore del Calcio Napoli Lorenzo Insigne. Durente l’incontro, tra le tribune dello stadio, sono partiti cori e insulti razzisti contro i tifosi dell’Avellino, che hanno irritato (e molto) Insigne.  Uno tra tutti, il più classico “Benvenuti in Italia”, riservato a praticamente tutte le squadre del Sud-Italia. Roberto non ha più sopportato questa situazione, ed ha reagito mostrando il dito medio ai tifosi del Vicenza, beccandosi una bordata di fischi. 

Un episodio che ha ricordato molto quello capitato a suo fratello Lorenzo, che durante Hellas Verona-Napoli dello scorso anno, fu preso di mira dai tifosi veronesi. In quell’occasione, Insigne reagì segnando un gol e facendo ammutolire lo stadio. In ogni caso, al di là del gesto di Roberto (da condannare, ovviamente) resta un problema di fondo, quello del razzismo, che non conosce categorie.

Potrebbe anche interessarti