San Paolo rivoluzionato dopo lo scandalo sediolini: tutti i cambiamenti

Un San Paolo semi vuoto si colloca fra gli stadi più affollati della Serie A

Dopo lo scandalo della merce nascosta nei sediolini del San Paolo, arriva finalmente una buona notizia: sono pronti venticinque milioni da utilizzare per il restyling dell’arena di Fuorigrotta. Stando a quanto riportato dal Mattino, al termine di una riunione nella sede del Coni a cui hanno partecipato l’assessore allo Sport Ciro Borriello e i responsabili dei progetti, si è deciso di iniziare dei lavori per far sì che il San Paolo riesca ad allinearsi con le norme europee, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza.

A luglio inizieranno i lavori che permetteranno ai diversamente abili di recarsi in modo molto più semplice allo stadio, saranno rivisti i sistemi elettrici, riparati  i bagni e altri servizi. Con i lavori saranno rivisti gli spazi all’interno dell’impianto e per rispondere alle normative Uefa saranno istallati sediolini più grandi che tuttavia ridurranno la capienza dello stadio che da 60.200 posti scenderà a circa 50mila. Il progetto è pronto e il Calcio Napoli nella prossima stagione potrebbe mostrare in Europa un stadio molto più dignitoso e funzionale.

Potrebbe anche interessarti