Napoli, contro il Chievo tre azzurri a rischio squalifica

foto sscnapoli.it
foto sscnapoli.it

Vietato sbagliare in casa Napoli: i prossimi impegni saranno decisivi per la volata finale allo scudetto. Il febbraio terribile è, per fortuna, alle spalle. Ora la squadra di Sarri deve archiviare il passato e tornare a rivolgere lo sguardo al futuro. Il calendario, in fondo, non può essere sempre avverso, così per il Calcio Napoli si intravedono all’orizzonte sfide che sulla carta dovrebbero essere alla portata degli azzurri, soprattutto perché a Firenze la risposta della squadra, sotto il profilo del mordente, è stata ottimale. L’importante ora è crescere anche sul piano fisico in modo da ritrovare la brillantezza che ha portato gli azzurri a lottare per il titolo.

E dalla condizione fisica deriva l’altro elemento con il quale gli azzurri hanno meravigliato l’Italia del calcio, vale a dire la qualità. Sarà la qualità la vera arma in più del Napoli nella lotta a distanza con la Juventus. Loro corrono veloce ma l’importante è restare in scia e sfruttare le eventuali cadute. E poi c’è sempre un secondo posto da difendere: la Roma è tornata a ruggire e un posto in Champions League non deve essere considerato un fallimento, specie quando si viene dai cocci lasciati dalla gestione Benitez. Per affrontare al meglio le ultime partite il Napoli dovrà disporre dell’intera rosa. E’ necessario avere a disposizione i ricambi giusti nei momenti di stanchezza: fare la guerra con gli uomini contati non ha mai portato alla vittoria.

Già contro il Chievo non ci sarà Raul Albiol, uomo fondamentale per l’assetto difensivo del Napoli, fermato dalla squalifica dopo il giallo rimediato al Franchi. Nella stessa gara con i clivensi, tre calciatori azzurri dovranno prestare attenzione perché diffidati. Stiamo parlando di Callejon, Mertens e Grassi, chiamati sì a guerreggiare ma con la giusta dote di foga agonistica, onde evitare di non esserci nella difficile trasferta di Palermo.

 

Potrebbe anche interessarti