Napoli, ecco il dato statistico che rende onore al lavoro difensivo della squadra

Pepe Reina
Foto: sscnapoli.it

Record, record, record: la stagione del Calcio Napoli può essere riassunta con una sola parola. Il fatto che i tifosi siano tornati a pronunciare la parolina magica, è il frutto della rinascita della squadra. Rinascita segnata dagli exploit prepotenti di alcuni singoli che hanno cambiato la marcia del Napoli: Higuain è il miglior attaccante d’Europa, Jorginho nel ruolo di regista sembra essere reincarnato in un misto tra Pirlo e Xavi. Per non parlare di Lorenzo Insigne, tuffatosi in un mare di giocate spettacolari, del ritorno importante di capitan Hamsik, e della difesa, il vero punto di forza del nuovo assetto disegnato dall’allenatore più rivoluzionario del Paese, Maurizio Sarri.

I movimenti che ha saputo regalare agli uomini sembrano sincronizzati ad opera d’arte da un marchingegno naturale. Ne traggono tutti beneficio: i terzini, aiutati dagli inserimenti delle ali, ma anche i centrocampisti, liberi di chiudere e al tempo stesso di lanciarsi negli spazi per trasformarsi in bomber. Nelle ultime settimane, però, i gol arrivano solo da una fonte, che per brillantezza sta oscurando l’intero continente: il Pipita è l’uomo copertina di questo Napoli che lotta con la Juventus e coi suoi arbitri. Ma c’è un dato che deve far riflette, e che ancora una volta rende onore al lavoro del tecnico tosconapoletano. Come riporta l’agenzia di statistiche sportive Opta tramite il suo profilo Twitter, il Napoli è la squadra che subisce meno tiri nello specchio a partita nei 5 maggiori campionati europei. Un tributo importante per una stagione formidabile.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più