Napoli, l’iniziativa sul web dei tifosi azzurri: “Festeggiamo lo scudetto degli onesti”. Ecco i dettagli

 

Tifosi del Napoli cori

“I torti sono tanti, milioni di milioni”, verrebbe da dire, prendendo in prestito lo slogan di un celebre spot pubblicitario. Nonostante le malefatte a favore della Juventus, il Calcio Napoli si ritrova aggrappato alla vetta, a soli tre punti dai rivali con la maglia a strisce. Alla fine del campionato mancano ancora otto partite: tutte gare dal sapore di una finale, perché la posta in gioco impone alla squadra di Sarri un impegno speciale. D’altronde, ne va della felicità di un popolo intero, desideroso di ritornare a vivere i fasti dell’era maradoniana. Ma a prescindere dalle emozioni che si vivranno in città la sera del 15 maggio (data della gara interna con il Frosinone che chiuderà l’annata), i tifosi napoletani possono già dirsi più che soddisfatti della stagione inscenata dai propri beniamini.

LEGGI ANCHE
Rugani positivo al Coronavirus: l'annuncio della Juventus. Il giocatore è asintomatico

Non si è mai visto un Napoli così: è questa la vera vittoria dei sostenitori dei colori azzurri. Il gioco spettacolare mancava da troppo, forse addirittura la tipologia calcio praticato dalla dottrina Sarri, per qualità e ritmi intensi, non si era mai vista dalle parti di Fuorigrotta. Proprio con queste idee, negli ultimi giorni sui social network ha visto la luce una nuova iniziativa, ideata dal giornalista Gino Di Mare. Il punto nevralgico della proposta è semplice:

Nella città che viene considerata dell’orrore e dei crimini, della malavita vogliamo lanciare un messaggio: nel calcio siamo puliti. Siamo la squadra più corretta con meno ammoniti e meno espulsi. Festeggiamo lo scudetto, lo scudetto degli onesti“, si legge sulla pagina del gruppo che inoltre avanza l’idea di un flashmob da inscenare in Piazza del Plebiscito dopo la gara con i ciociari. “Comunque vada Campioni d’Italia”, sperando di ritrovarsi nella prossima stagione con il tricolore cucito sulla maglia.

LEGGI ANCHE
Paolo Cannavaro: gli 8 anni in maglia azzurra e quel sogno rimasto irrealizzato

Potrebbe anche interessarti