Ricorso Higuain: ridotte a 3 le giornate di squalifica. Pipita in campo con la Roma

ricorso

La corte d’appello sportiva s’è riunita stamattina alle 12 per esprimere il verdetto sul ricorso presentato dal Calcio Napoli per la riduzione delle giornate di squalifica attribuite al Pipita Higuain. La SSC Napoli avrebbe chiesto la riduzione da 4 a 2 (o 3) giornate presentando una serie di prove che scagionerebbero Gonzalo.

Per primo la difesa del Napoli ha fatto leva sul termine  «vergognoso» che compare nel referto dell’arbitro e che Higuain non avrebbe indirizzato direttamente con toni offensivi al direttore di gara. Inoltre non c’è stata alcuna spinta da parte dell’attaccante partenopeo verso il direttore di gara, difatti, come si evince dal referto c’è stata una “lieve pressione”. Va aggiunto che il direttore di gara della partita che ha visto il Napoli sconfitto, Massimiliano Irrati, ha dichiarato che quel momento è stato “sconveniente”.

La corte d’appello sportiva ha espresso il suo verdetto: le giornate di squalifica sono state ridotte a 3, e non più 4. Il Pipita sarà in campo il 25 aprile contro la Roma. Questo il comunicato ufficiale:

1. Ricorso S.S.C. NAPOLI avverso le sanzioni: – squalifica per 4 giornate effettive di gara; – ammenda di € 20.000,00, inflitte al calc. Higuain Gonzalo Gerardo seguito gara Udinese/Napoli del 3.4.2016 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Nazionale Professionisti Serie A – Com. Uff. n. 194 del 5.4.2016)

PARZIALMENTE ACCOLTO, e per l’effetto, riduce la sanzione complessivamente inflitta a 3 giornate effettive di gara, inalterata l’ammenda.

Potrebbe anche interessarti