Napoli, il punto sul rinnovo di Insigne: il procuratore lancia un messaggio alla Società

Lorenzo Insigne

Contro la Roma, ci sarà lui in campo a impreziosire la manovra offensiva degli azzurri con le sue invenzioni geniali. Nonostante la tripletta del suo amico-rivale Mertens, Lorenzo Insigne resta il titolare della porzione sinistra del fronte d’attacco del Calcio Napoli. Per battere i giallorossi tra le mura amiche dell’Olimpico, dopo che la rimonta di Totti ha infiammato letteralmente l’ambiente romanista, non è roba da poco. Ma al Napoli può tornare utile anche solo un pareggio, risultato oltremodo prezioso che permettere a Sarri di mantenere i cinque punti di vantaggio dai rivali.

A Napoli si spera che Lorenzo Insigne sia uno dei protagonisti in positivo della gara di lunedì. Oggi il suo procuratore, Fabio Andreotti, ha riacceso i motori di quella che è una sorta di querelle che va avanti da un po’ di tempo con la Società azzurra. Al centro dei dibattiti c’è la questione del rinnovo contrattuale del talento di  Frattamaggiore.

“Il sogno è che Insigne possa diventare il Totti di Napoli – ha dichiarato Andreotti ai microfoni di Radio Crc –. Lorenzo non ha ancora raggiunto la sua consacrazione, ma ha dimostrato di saper fare cose importanti e ora c’è da capire quale sarà il suo futuro. Non vogliamo semplicemente un rinnovo, il nostro desiderio è che Insigne sia al centro di un progetto“. 

Più che una semplice frecciatina, quella lanciata dal procuratore del numero 24 azzurro sembra una vera e propria bordata. Andreotti ha poi continuato così il suo intervento alla radio napoletana:

“Le ambizioni di Lorenzo sono quelle di restare nella squadra della sua città per riscriverne la storia. Ma non dipende solo dal calciatore: il presidente De Laurentiis gioca un ruolo fondamentale. Nonostante le mie sensazioni siano positive, ora servono i fatti, le parole non bastano”, ha concluso Andreotti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più