Napoli-Atalanta 2-1: video gol, cronaca e tabellino

Higuain

Missione compiuta: il Calcio Napoli vince contro l’Atalanta ed effettua il controsorpasso ai danni della Roma, vittoriosa nella gara delle 19 nella Genova rossoblù. Con la vittoria di stasera, gli azzurri si portano a quota 76, mantenendo il prezioso distacco di due punti sui rivali giallorossi.

LA PARTITA. Sarri propone i titolarissimi, ovvero coloro che per la stragrande maggioranza delle gare disputate in questa stagione sono scesi in campo dall’inizio: Insigne si riprende dunque una maglia a discapito di Mertens. Atalanta con un 4-4-1-1 piuttosto difensivo: l’ex Reja non ha a disposizione lo squalificato Gomez e l’infortunato Pinilla, e così si affida a Borriello, sostenuto da Diamanti. Si mettono subito in discesa la cose per il Napoli. Al 10′ Higuain si muove bene tra le maglie dei difensori bergamaschi, l’assist di Hamsik è una prelibatezza che l’argentino non può sbagliare. La conclusione al volo del capocannoniere del campionato lascia di stucco Sportiello, portiere promesso sposo del Napoli per la prossima stagione. Il vantaggio però non mette in ginocchio l’Atalanta, sempre brava a distendersi sul terreno di gioco e a chiudere gli spazi indietro. Il napoletano di San Giovanni a Teduccio, Marco Borriello, è il faro della manovra nerazzurra. Non si può dire lo stesso di Diamanti, in giornata no. Quando il Napoli accelera è sempre temibile: al 32′ ci prova Allan dalla distanza, cinque minuti prima dell’intervallo Lorenzo Insigne tenta la rovesciata su imbeccata in lob di Hamsik, ma la mira del ragazzo di Frattamaggiore non è in linea con le aspettative.

Il diluvio accompagna l’intero arco del match. Al ritorno dagli spogliatoi tra le fila dell’Atalanta c’è una novità: Diamanti lascia spazio all’ingresso di Freuler. Per la gioia dei 20mila presenti al San Paolo, l’intervallo consegna ai tifosi un Napoli più determinato. L’avvio è segnato dall’ottimo lavoro della catena di sinistra, dove Insigne è l’ispiratore principe. La pressione costante del Napoli spegne le velleità dell’Atalanta. A tenere in vita i nerazzurri ci pensa Sportiello due volte in pochi secondi: prima sulla bella penetrazione di Hamsik al 51′, poi sulla botta insidiosa da venti metri di Insigne. Serve l’apporto di tutti, centrocampisti inclusi. Allan ha il piede caldo e lo dimostra al 56′ con un destro scalda la traversa a tu per tu con il numero uno atalantino. Come da copione, Sarri gioca la carta Mertens richiamando a sé il numero 24. E il belga lo ripaga subito con una iniziativa condita da un destro a giro che fa correre un brivido a Reja. L’Atalanta torna a farsi vedere in avanti con il sinistro di Dramè sugli sviluppi di un corner, ma nonostante la sfera finisca fuori di molto, una sensazione di paura pervade il San Paolo. Il pallonetto di Callejon su invito di Allan al 65′ meriterebbe maggiore fortuna. Così come il tunnel con colpo di biliardo di Mertens al 71′, da applausi ma non abbastanza chirurgico. Il gol è nell’aria, e chi meglio di Higuain poteva mettere il sigillo sul match? L’argentino trasforma al 77′ un cross preciso ma lento di Callejon, in un autentico missile con un frustata di testa che spegne l’Atalanta. A giochi ormai chiusi, Sarri concede al Pipita la standing ovation: Gabbiadini prende il suo posto al centro dell’attacco azzurro. Ma al Napoli piace complicarsi la vita. Su un traversone basso di Freuler dalla destra, Koulibaly interviene male facendo carambolare la sfera sul corpo di Raul Albiol: il tocco dello spagnolo sorprende il suo connazionale Reina, che non può far altro che recuperare il pallone dalla rete. Per scacciare gli scheletri dall’armadio della paura, il Napoli non rinuncia alla fase offensiva. Mertens sfiora il 3-1 al 90′ con un sinistro cancellato da Sportiello. Il portiere si ripete alla grande su El Kaddouri al 92′. L’Atalanta ci crede fino all’ultimo secondo ma il Napoli amministra bene il 2-1. Vittoria sofferta ma ampiamente meritata.

 

I video dei gol

[youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=aqc-JbPlHbc[/youtube] [youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=1uhQkIOAz_k[/youtube] [youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=cAz6ii0iSe4[/youtube]

 

 

Tabellino Napoli-Atalanta 2-0

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 79′ El Kaddouri), Higuain (dall’84’ Gabbiadini), Insigne (dal 63′ Mertens). All. Sarri.

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Toloi, Djimsiti, Dramè; Cigarini, De Roon (dall’83’ Conti); D’Alessandro (dal 71′ Monachello), Diamanti (dal 46′ Diamanti), Kurtic; Borriello. All. Reja.

Marcatori: 10′ e 77′ Higuain (N), 85′ autorete Raul Albiol (A)

Ammonizioni: Masiello, Djimsiti

Potrebbe anche interessarti