Tifosi del Porto a Herrera: “Vai e non tornare”. Successe lo stesso a 3 perni del Napoli

hector-herrera

Secondo il portale A Bola – principale riferimento d’informazione in Portogallo  Héctor Herrera è l’obiettivo principale del Calcio Napoli, un vecchio pallino per il quale i partenopei sarebbero disposti a sborsare  20 milioni di euro nelle casse del Porto (proprietario del suo cartellino).

Il centrocampista messicano ha da poco rinnovato il suo contratto fino al 2019 e ha una clausola rescissoria di 40 milioni di euro, motivo per il quale i Dragones non sono disponibili a scendere sotto i 25 milioni di euro nonostante la volontà del giocatore di venire in Italia. Gli azzurri stanno ora valutando se assecondare le richieste del club portoghese, in tal caso Herrera diventerebbe il secondo acquisto più costoso dell’era De Laurentiis dopo Higuain.

In attesa che la trattativa decolli, curiosando sul portale lusitano non è presente un solo messaggio di stima, da parte dei tifosi del Porto, nei confronti di Herrera. Tutti lo criticano, felici per il possibile addio e per l’eventuale cifra derivante dalla sua cessione.

Da 3 anni il Porto non ha un leader, da quando è andato via Moutinho. Herrera è uno dei mali di questa società“. Ma esistono altri ancora più duri: “20 milioni? Sarebbero un ottimo colpo per il Porto, parliamo di un giocatore mediocre che non si valorizzerà di più“. Oppure: “Per fortuna Dio esiste, Herrera è uno dei più grandi flop del Porto. Vai e non tornare più“.

Messaggi ingenerosi che riportano alla memoria quelli lasciati dai tifosi dei Blancos quando, nell’estate 2013, furono ceduti Albiol, Callejón e Higuaín al Napoli. Erano stati definiti come “gli “scarti del Real Madrid” ed invece gli ex Galacticos, da quando hanno messo piede nel capoluogo partenopeo, sono entrati nel cuore dei tifosi azzurri grazie alle prestazioni positive fornite sul rettangolo di gioco nel corso di questi 3 anni: Albiol è diventato il perno della retroguardia partenopea; Calleti, da riserva dei Blancos è diventato titolare inamovibile nello scacchiere azzurro prima con Benitez e poi con Sarri; e infine, Pipita ha siglato finora 71 reti in maglia azzurra e nell’ultima stagione ha stabilito il record di marcature nel massimo campionato italiano.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più