Sarri stregato da Napoli: “Della città adoro tre aspetti, tutti dovrebbero provarli”

SarriMaurizio Sarri è un uomo tutto d’un pezzo, dall’abbigliamento poco classico mai cambiato nonostante l’arrivo in un grande club come il Calcio Napoli, al rapporto schietto e diretto con i giocatori, il presidente Aurelio De Laurentiis e la stampa. Eppure la città partenopea è riuscito a strappare alla sua inflessibilità di toscanaccio doc una piccola grande eccezione: “Farei fatica a vivere nel caos delle grandi città, ma io adoro Napoli e la sua umanità, lo spirito sociale che c’è lì, il fatto che se succede una cosa al tuo vicino è come se fosse successa a te. Napoli ti dà un amore unico, che ogni allenatore dovrebbe provare nella vita“.

Musica, più che parole, regalate ad una città nel cui cuore ha saputo entrare grazie alla semplicità, la spontaneità e la sincerità che probabilmente lo accomunano ai napoletani che dice di adorare. Lo ha fatto ad una cerimonia organizzata in suo onore a Castel di Franco di Sopra, dove gli hanno affidato simbolicamente le chiavi della città, un piccolo borgo proprio nella sua Toscana, accanto ai paesini dove ha cominciato la sua carriera in qualità di allenatore.

Potrebbe finirla un giorno addirittura sulla panchina della Nazionale italiana, alla quale già nei mesi scorsi era stato accostato per il dopo- Conte, prima della firma ufficiale di Giampiero Ventura. “Al momento non mi interessa, magari tra qualche anno, dopo lo stress delle partite ogni tre giornirivela al quotidiano Il Mattino -.

Sembra stargli molto più a cuore, invece, il futuro del calcio italiano, che considera tutt’altro che roseo: “Una volta sono andato in Danimarca per giocare l’Europa League col Napoli – dichiara Sarri – e ho visto una struttura sportiva avveneristica, con campi da calcio perfetti, di basket, tennis, gabbie per il due contro due. Allora ho chiesto se fosse del Midtyjelland, ma mi hanno risposto che era semplicemente del Comune e che tutti potevano andarci gratuitamente. Lì ho capito che noi siamo da Lega Pro.

Potrebbe anche interessarti