De Laurentiis: “Koulibaly mi risarcirà per milioni, il Pipita non ci tradirà”

De Laurentiis Champions LeagueE’ un Aurelio De Laurentiis a tutto campo quello che ieri ha rilasciato a Ischia una lunga intervista al Corriere della Sera. Il patron degli azzurri parla di mercato, della questione Koulibaly ma anche dei quattrini della sua società.

De Laurentiis promette lo scudetto e la Champions, sebbene fa sapere, che la società azzurra negli ultimi due anni è andata in rosso e secondo le sue dichiarazioni ci andrà anche quest’anno: “Nonostante la Champions, perderò dieci milioni. Sono le riserve accumulate negli ultimi anni a compensare queste perdite. Voglio vincere lo scudetto e anche la Champions e lo faremo. Ma non tutti sanno che è grazie alle riserve accumulate che il calcio Napoli non è fallito in una città che ti regala pochissimo, se non l’amore dei tifosi”. 

Si passa al mercato con la questione Higuain su tutti, Koulibaly e Gabbiadini. Il presidente prova a rassicurare la piazza, passando la palla al Pipita, ma sembra fiducioso su di una sua permanenza in maglia azzurra: “Ammesso e non concesso che ci sia una società che offra questi soldi, lui sa perfettamente che se pure altrove guadagnasse un po’ di più, non avrebbe la stessa ribalta. Maradona è entrato nella storia del calcio mondiale grazie a Napoli. Se Higuain ascoltasse le sirene europee dovrebbe mettere in conto che in certi contesti se funzioni giochi, ma se sbagli nessuno ti aspetta. A quel punto le uniche chance sono l’America e la Cina. Ho la sensazione che il Pipita non ci tradirà.

Infine la stoccata a Koulibaly che salvo clamorosi colpi di scena resterà a Napoli ma verrà multato dalla società per le sue ultime dichiarazioni non autorizzate dalla società: “Evidentemente non ha letto bene i suoi contratti. Non mi riferisco a quelli da dipendente, ma alla cessione dei diritti di immagine. Da due giorni ricevo telefonate di aziende con le quali negoziamo per ulteriori attività che avrebbero coinvolto anche Koulibaly. Milioni e milioni di euro di cui dovrà risarcirmi“.

Potrebbe anche interessarti