Candreva serve al Napoli: i 5 motivi per considerarlo un rinforzo di qualità

Antonio CandrevaIl 28 febbraio del 2017 Antonio Candreva compirà 30 anni. Corsa, grinta e qualità lo rendono un calciatore da tempo appetibile sul mercato sia italiano che estero. Il Napoli sembra intenzionato seriamente ad un grosso investimento sulla linea mediana del campo. I corteggiamenti a Witsel, Herrera e Zielinski vanno in questa direzione.

Il centrocampista laziale ha, però, una valutazione di oltre 20 milioni di euro e percepisce un ingaggio di 2,2 milioni di euro a stagione. La sua richiesta, ad un passo dai 30 anni, va verso un rialzo a toccare quasi i 3 milioni di euro a stagione.

Operazione difficile ma non impossibile se De Laurentiis lo ha davvero messo nel mirino. Candreva considera da tempo conclusa la sua avventura alla Lazio, ha voglia di cambiare aria ed è a caccia dell’ultima chance buona della sua carriera.

Tra gli addetti ai lavori napoletani c’è un cauto ottimismo sulla trattativa ma anche un certo disappunto sulla bontà dell’investimento. Candreva rappresenta per diversi motivi uno dei nomi migliori circolati in questi ultimi giorni di mercato riguardo all’emisfero Napoli.

Esistono 5 buoni motivi per considerare l’eventuale acquisto di Candreva un rinforzo di qualità per la rosa del Napoli:

1) Candreva è un giocatore italiano. In questo campionato e nel Napoli manca un marchio di fabbrica tricolore, capace nei momenti difficili di comprendere gli umori della piazza e gli ostacoli di un campionato lungo ma soprattutto stressante come quello della Serie A.

2) Candreva a differenza dei tanti nomi accostati al Napoli ha nel suo curriculum l’esperienza internazionale oltre a quella rappresentata dalla sua carta d’identità. Acquistarlo significherebbe sconfessare le parole di Nicolas Higuain che in più di una circostanza ha dichiarato l’impossibilità di vincere solo puntando sui giovani.

3) Candreva sarebbe un rinforzo di qualità ma soprattutto intelligente. Dotato di grande duttilità tattica, sarebbe capace in questo Napoli di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo e all’occorrenza risultare pedina fondamentale per un cambio di modulo.

4) Molti addetti ai lavori hanno sentenziato l’onerosità dell’operazione. Gli oltre 20 milioni richiesti, se le cifre dovessero trovare un reale riscontro, non sono chiaramente bruscolini ma per un calciatore di qualità, corsa, temperamento ed esperienza non sembrano eccessivi. Li vale tutti.

5) Candreva colmerebbe una grossa lacuna che da anni il Napoli si porta dietro. Ha un gran tiro da fuori area ed è uno specialista dei calci piazzati, vero tallone d’achille di questa rosa.

Potrebbe anche interessarti