Napoli prima e dopo: storia di un falso 93enne, prima c’era il Naples

L’ 1 agosto 2016 il Calcio Napoli ha compiuto 90 anni e per l’occasione è stata organizzata un’amichevole al San Paolo contro il Nizza, durante la quale è stata anche presentata la squadra insieme alle nuove divise da gara. Forse però non tutti sanno che l’associazione calcistica fondata in quel lontano 1926 dall’imprenditore Ascarelli è in realtà il frutto della fusione di due squadre napoletane già esistenti in quel periodo.

La prima, vera, società calcistica partenopea fu fondata tra la fine del 1904 e l’inizio del 1905 e si chiamava Naples Foot-Ball & Cricket Club. Fu il risultato di moltissime riunioni tenutesi presso la casa dell’ impiegato ed ex calciatore inglese William Poths a cui si deve il merito di aver importato nel capoluogo campano quello che in Gran Bretagna chiamavano football.

Con la collaborazione dell’altro socio fondatore nonché suo grande amico, Ernesto Bruschini, Poths decise come colori sociali il blu mare e il celeste cielo che entrarono a far parte delle uniformi ufficiali sotto forma di bande verticali su sfondo interamente bianco.

Il primo presidente fu l’ingegnere Amedeo Salsi sotto il cui comando il Naples vinse nel 1913 il suo primo torneo campano a spese dell’Internazionale, che aveva vinto l’anno prima e che trionferà anche nelle successive due stagioni. All’indomani delle primo conflitto mondiale, nel 1921, dalla fusione tra queste 2 società si originerà il Foot-Ball Club Internazionale-Naples.

Il 1 agosto del 1926 Giorgio Ascarelli, giovane imprenditore napoletano di origine ebraica nonché presidente della squadra sorta 5 anni prima, fondò l’Associazione Calcio Napoli, il team di cui festeggiamo i 92 anni. 92 anni di gioie e dolori. 92 anni di trionfi e sconfitte. 91 anni di passione e delusioni. Semplicemente: 92 anni d’amore.

Potrebbe anche interessarti