Higuain: “A Napoli tre anni meravigliosi. Ho detto addio perché mi ha spinto De Laurentiis”

higuain conferenzaUna full immersion nella sua nuova vita bianconera. Ieri l’approdo a Torino e le visite mediche, oggi la presentazione con annessa conferenza stampa allo Juventus Stadium. Gonzalo Higuain è un nuovo giocatore della Juventus e parla già da bianconero convinto. Ma c’è spazio anche per un pensiero (finalmente) dedicato ai tifosi del Napoli e a Maurizio Sarri. Ecco le sue parole:

“In questo periodo sono stato in silenzio, ma ho passato tre anni meravigliosi lì, non ho altre parole che ringraziarli per tutto l’amore che mi hanno dato. Ma questa è una scelta che ho fatto per i miei motivi e ora voglio pensare alla Juventus, ma a loro mando un grandissimo saluto, capisco che sono arrabbiati con me, ho visto insulti sulla decisione, è una scelta che dovevo fare e sono felice di questo. Ho scelto la Juve perché è una grandissima squadra, hanno una mentalità vincente e un progetto incredibili, posso solo ringraziare Agnelli, Marotta, Paratici, che hanno fatto un grandissimo sforzo. Spero di fare una grande stagione”.

Su Sarri: “Ho preferito non chiamarlo perché ho scelto di stare tranquillo, di passare la mia vacanza con famiglia e amici, ma gli mando un grande saluto, è stato un grande allenatore per me, ho solo parole di ringraziamento per lui”.

Poi, una frecciata su De Laurentiis: “Non andavo d’accordo con lui perché il suo modo di pensare non era il mio, solo questo. Non posso dire di più, ma la mia scelta è arrivata anche perché lui mi ha spinto a farla. Ora sono felicissimo qua e ringrazio la società. Quando ho finito i tre anni lì, per me era arrivato il momento di cambiare aria, come ho detto io sono riconoscente a tifosi e compagni, a De Laurentiis no. Il problema era che non avevo più alcun rapporto con lui, non volevo stare neppure più un minuto con lui”.

Potrebbe anche interessarti