Pescara-Napoli 2-2, cronaca e tabellino. Doppio Mertens salva gli azzurri

MertensLento e prevedibile il Napoli. Vivace e aggressivo il Pescara, ma la differenza nel primo tempo la fa un’amnesia difensiva degli azzurri e la velocità dei padroni di casa.  Partenopei beffati dopo 8 minuti da Benali che scatta sul filo del fuorigioco sfruttando al meglio il posizionamento sbagliato dei centrali azzurri. Davanti a Reina non sbaglia.

Gli uomini di Sarri faticano a velocizzare la manovra e verticalizzare il gioco per la punta Gabbiadini, lasciata al suo triste destino e soffrono terribilmente le accellerate sul fronte destro. In una di queste al 35′ il Pescara trova il raddoppio. Ghoulam viene scavalcato in maniera sistematica, la palla scaraventata al centro dell’area è piazzata in fonda al sacco da Caprari arrivato a rimorchio. Palla in rete dopo il velo del solito Benali. E’ notte fonda per il Napoli.

Nella ripresa il Napoli tiene il pallino del gioco in mano senza riuscire a rendersi pericoloso dalle parti di Bizzarri. Manovra ancora lenta e Sarri al 54′ fa un doppio cambio: fuori Gabbiadini-Insigne, dentro Milik-Mertens. Si prova a cambiare musica.

Ed è proprio Mertens ad accorciare le distanze con una magia all’interno dell’area di rigore. Al 60′ il suo destro brucia Bizzarri con un destro chirurgico sul secondo palo. 4′ più tardi il folletto belga approfitta di una distrazione difensiva dei delfini per infilare il goal del 2-2. Il Napoli adesso domina, attacca a testa bassa ma non regala spettacolo.

Il monologo azzurro prosegue con il neo entrato Milik che impegna in due circostanze Bizzarri sfoderando un buon sinistro ma non sufficiente a segnare il 3-2. Il Napoli protesta anche per un calcio di rigore prima concesso da Giacomelli per poi ritornare sulla sua decisione dopo un conciliabolo con l’arbitro di porta, Rocchi.

Finisce così con un pareggio meritato tra luci (poche) e ombre (tante). Ma è la prima e in molti ricorderanno come cominciò lo scorso anno la stagione del Napoli (Sassuolo-Napoli 2-1, ndr), poi straordinaria.

Tabellino

Pescara-Napoli 2-2

Napoli (4-3-3): Reina, Hisay, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Valdifiori, Hamsik (71’Zielinski), Callejon, Insigne (54′ Mertens), Gabbiadini (54′ Milik)

A disposizione: 1. Rafael, 22. Sepe, 3. Strinic, 11. Maggio, 14. Mertens, 20. Zielinski, 21. Chiriches, 88. Grassi, 94. R. Insigne, 95. Lasicki, 99. Milik
All. Maurizio Sarri

PESCARA (4-3-2-1): 31. Bizzarri, 11. Zampano, 37. Gyomber, 35. Coda, 3. Biraghi, 6. Cristante, 16. Brugman, 8. Memushaj, 10. Benali, 7. Verre, 17. Caprari

A disposizione: 1. Fiorillo, 2. Crescenzi, 5. Bruno, 9. Manaj, 12. Aldegani, 13. Zuparic, 23. Maloku, 24. Selasi, 26. Vitturini, 28. Mitrita, 80. Acatullo, 98. Del Sole
All. Massimo Oddo

Reti: 8′ Benali, 35′ Caprari (P); 60′, 64′ Mertens (N)

Ammoniti: Albiol (N), Brugman (P)

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più