Allenatori più pagati d’Europa: c’è anche Sarri, ma l’Italia resta indietro

Sarri

Finito il calciomercato, è tempo di bilanci. Dopo la classifica degli acquisti più costosi, arriva quella degli allenatori più pagati d’Europa, realizzata dal quotidiano spagnolo Sport. Come era facilmente ipotizzabile, la Premier League domina questa classifica. Al primo posto, infatti, troviamo il tecnico del Manchester City Pep Guardiola, che guadagna ben 19 milioni di euro a stagione. Al secondo posto, invece, il tecnico dell’altra sponda di Manchester, Jose Mourinho. Per il portoghese, lo stipendio è di 16,5 milioni all’anno. Chiude il podio Carlo Ancelotti, nuovo tecnico del Bayern Monaco: 10,5 milioni all’anno per l’ex tecnico del Milan.

A seguire, Wenger (Arsenal, 10 milioni), Zidane (Real Madrid, 9.5 milioni), Klopp (Liverpool, 8.3 milioni), Conte (7.8 milioni), Luis Enrique (Barcellona, 7 milioni), Pochettino (Tottenham 6.5 milioni). In classifica, c’è anche l’ex Napoli Rafa Benitez che, nonostante un’annata fallimentare, conclusasi con la retrocessione del Newcastle in Serie B, guadagna 5 milioni all’anno. E i tecnici della Serie A? Il nostro campionato resta molto indietro rispetto a quelli esteri. Il primo degli italiani è Roberto Mancini, che prima di rescindere con l’Inter guadagnava 5 milioni a stagione.

Il più pagato della Serie A è invece Massimiliano Allegri, con 3.5 milioni di euro a stagione. In classifica è presente anche Maurizio Sarri, che resta però molto indietro non solo rispetto ai tecnici stranieri, ma anche ai colleghi di Serie A. L’allenatore azzurro guadagna 1 milione e mezzo a stagione, dietro anche a Luciano Spalletti, che si “ferma” a 2.5 milioni. In sintesi, anche per gli allenatori, all’estero si spende molto di più che in Italia, con stipendi fuori parametro per il nostro campionato.

Potrebbe anche interessarti