De Laurentiis: “Il Comune non mette un centesimo per lo stadio”. Ma l’assessore replica

De Laurentiis
Torna a parlare Aurelio De Laurentiis e, come sempre, lo fa senza passare inosservato. Stavolta le sue dichiarazioni arrivano dallo Sport Business Summit, che si sta svolgendo allo Stamford Bridge di Londra. Il patron azzurro ha toccato vari argomenti: dalla situazione generale del mondo del calcio, allo stadio del Napoli, fino a temi più strettamente calcistici, ma sempre caldissimi, come il mercato ed Higuain. Ecco le sue dichiarazioni:

Sulla ‘riforma’ auspicata del calcio: “Vorrei riformare tutto nel mondo del calcio. Le persone pensano che io sia pazzo, ma loro perdono soldi e io no. Diritti d’immagine? Se ti pago, anche 80 euro, poi voglio tutto. La Cina e gli USA saranno il futuro di questo sport, mentre i procuratori sono il cancro del calcio“.

Sul delicato tema stadio: “Vorrei un impianto da 20 mila posti, con 5 mila biglietti gratis per chi non può permettersi i soldi dei tagliandi, ma il comune non mette un centesimo”.

Per finire, un retroscena di mercato: “Negli ultimi giorni di mercato ho rifiutato 58 milioni per Koulibaly. Offerta Arsenal per Higuain? Non ricordo”.

L’assessore Borriello, tuttavia, attraverso un intervento su Radio Kiss Kiss Napoli, ha già rigettato l’accusa secondo cui il comune non abbia mai speso soldi per lo stadio, avanzando l’ipotesi che il presidente del Napoli Calcio sia interessato in realtà allo Stadio Collana invece che al San Paolo. Borriello ha inoltre affermato che con la procedura per il mutuo del Credito Sportivo la situazione dovrebbe cambiare, invitando Aurelio De Laurentiis a cooperare con il Comune.

Potrebbe anche interessarti