Napoli-Sampdoria 2-1, le pagelle: Hysaj spaventoso Gabbiadini talismano

Manolo Gabbiadini
Il Napoli batte la Sampdoria all’ultimo respiro e aggancia momentaneamente la Roma in classifica. Di seguito le pagelle degli azzurri:

Reina 6,5 – Poco davvero può in occasione dell’autogol di Hysaj, mentre è bravo quando si oppone ad un gran tiro di Muriel nel secondo tempo. Furbo nella circostanza dell’espulsione di Silvestre in cui finge di subire una pressione che di fatto non c’è stata.

Hysaj 4,5- Serata da incubo per l’esterno azzurro che prima in maniera goffa manda il pallone alle spalle di Reina, poi con l’ingresso di Muriel si fa saltare puntualmente creando non pochi problemi alla retroguardia azzurra. Spaventoso.

Tonelli 6- Dalla sua ha il fatto che questa sera è stata la sua gara d’esordio, ma la prestazione non è stata esaltante: in occasione dell’autogol non copre bene la sua zona di campo, alterna poi buoni stacchi di testa ad altri assolutamente non precisi. Bravissimo però a trovare il goal nel finale con un tiro preciso.

Chiriches 5,5- Anche lui come il suo compagno di reparto è autore di una prestazione con più ombre che luci: perde il suo diretto avversario nell’occasione dell’autogol, in compenso nel secondo tempo è l’unico a tenere più o meno a bada lo scatenato Muriel.

Strinic 6- Tante imprecisioni in fase difensiva che non compensano una buona prestazione in fase offensiva. Dal suo lato arriva il goal della Sampdoria a causa di una mancata copertura. Meglio nella ripresa quando riesce a spingere con continuità, dai suoi piedi arriva l’assist al bacio di Tonelli che stende la Sampdoria.

Allan 5,5- Non riesce a dare il solito dinamismo al centrocampo azzurro, prova qualche incursione che non sortisce però l’effetto sperato. Serata da dimenticare anche per il brasiliano. (58′ Zielinski) 6- Entra in campo e il Napoli cambia volto: ottimo impatto per il polacco che con la sua qualità dona maggiore ampiezza alla manovra azzurra. Buona la prestazione per il giovane centrocampista.

Jorginho 6- Nulla di eccezionale la prestazione del regista azzurro che prova a smistare il pallone in velocità ma il terreno di gioco non aiuta le sue giocate. Nella ripresa a causa dell’espulsione di Silvestre trova più spazio per giocare palla in maniera più fluida.

Hamsik 6- Primo tempo assolutamente da dimenticare per il capitano che sbaglia una miriade di passaggi. Nel secondo prende in mano la squadra e trova più spazio anche per diverse conclusioni che però non sono il massimo della precisione. Dai suoi piedi comunque partono tutte le azioni più pericolose degli azzurri.

Callejon 6- Sbaglia qualche conclusione di troppo nel primo tempo anche se a dire il vero è anche sfortunato. Nella ripresa con i suoi tagli mette in crisi la difesa avversaria e dai suoi piedi arriva anche l’assist per il goal del pareggio di Gabbiadini.

Mertens 5,5- Lontano parente di quello ammirato nelle ultime partite prima della sosta non incide per nulla sulla gara non rendendosi mai pericoloso. Sbaglia il goal del pareggio nella ripresa quando sciupa un bellissimo assist di Callejon. (73′ Gabbiadini) 6,5- L’uomo in più che non ti aspetti: entra in campo e restituisce peso all’attacco azzurro, prima con un colpo di testa da vera prima punta, poi con il goal del pareggio ed infine con una conclusione pericolosissima in cui Puggioni è costretto a superarsi. Talismano.

Insigne 6- Lo si nota soprattutto nella ripresa quando nel finale di gara è particolarmente pericoloso sciupando pero non poche occasione concludendo a lato. Dalla sua corsia comunque arrivano i maggiori pericoli per la retroguardia dei doriani, basti pensare al goal di Gabbiadini che parte proprio da un suo traversone.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più