Milan-Napoli 1-2, le pagelle: Insigne geniale, Tonelli alter ego

Lorenzo Insigne

Il Napoli batte in trasferta il Milan in una partita sofferta rimasta in bilico fino alla fine. Di seguito le pagelle degli azzurri:

Reina 6- Nulla può in occasione del goal di Kucka è bravo nel secondo tempo ad uscire in presa alta in più di una circostanza alleggerendo la pressione del Milan. Si fa trovare pronto anche sul tiro di Bacca ad inizio ripresa in cui blocca il pallone senza particolari problemi.

Hysaj 5,5- Praticamente insuperabile nei primi 25 minuti di gara, inizia a soffrire quando Bonaventura decide di entrare in partita. Nella ripresa se lo lascia sfuggire più volte complice anche la stanchezza di Allan che spesso lo lascia solo in marcatura.

Albiol 6- L’incubo di rivedere l’ennesimo errore di Tonelli lo lascia spesso imbambolato quando si tratta di impostare l’azione poiché non si sente di appoggiare sul compagno di reparto. Di sicuro è il migliore del pacchetto arretrato non fosse altro per la scarsa prestazione del resto del pacchetto arretrato. Bravo soprattutto quando si tratta di tenere la difesa alta pur rischiando qualcosa.

Tonelli 5- A dir poco sofferente la performance del centrale azzurro che dopo l’errore sul goal di Kucka trema ogni qualvolta il pallone arriva sui suoi piedi. Sbaglia tantissimi disimpegni che creano pericoli a tonnellate per la difesa azzurra. Lontano parente di quello ammirato nelle ultime uscite. Alter ego.

Strinic 5,5- Soffre terribilmente Suso sulla sua corsia, spesso non mantiene bene la linea difensiva lasciando tanto spazio al suo avversario. Nel finale di gara però sfruttando la stanchezza degli avversari pressa l’esterno rossonero e i risultati sono decisamente migliori.

Allan 6- Un vero mastino nella prima frazione di gara non lascia respiro ad ogni componente del centrocampo rossonero. Nei primi minuti della ripresa soffre come tutta la squadra ma corre per tutto il campo senza risparmiarsi. Nel finale la sua generosità gli costa crampi e fatica che lo costringono a chiedere il cambio. (85′ Rog s.v.)

Jorginho 5- Il goal del Milan è l’ennesimo errore-fotocopia del regista azzurro, che ancora una volta, come già successo svariate volte in questa stagione, sbaglia un retropassaggio banale e favorisce Kucka che anticipando Tonelli insacca alle spalle di Reina. Per il resto della gara tanti appoggi sbagliati e poca quantità in mezzo al campo. (68′ Diawara) 6,5- Entra in campo e oltre al primo passaggio, quando regala un calcio d’angolo ai rossoneri, sbaglia davvero pochissimo dando anche maggiore sostanza al centrocampo azzurro. In questo momento la sensazione è che davvero non si può fare a meno di lui.

Hamsik 6- L’unico che anche nel miglior momento del Milan sbaglia pochissimo è proprio il capitano, che però nel finale cala fisicamente dopo un primo tempo di assoluto livello in termini di qualità. Bravo anche nel pressing sugli avversari, si fa trovare sempre pronto davanti alla propria area di rigore cercando di far ripartire i propri compagni. (80’Zielinski s.v.)

Insigne 7,5- Il goal è l’emblema della classe del talento napoletano che segna in maniera favolosa al sesto minuto di gara. Da quel momento in poi la sua partita è tutta in discesa: giocate di classe, dribbling a ripetizione e buon controllo quando si tratta di mantenere la sfera e far salire la squadra. A metà secondo tempo dopo una splendida giocata prova un pallonetto beffardo dalla propria metà campo che per poco non sorprende Donnarumma. Geniale.

Mertens 6,5- Ottima la prova del belga che fa a spallate per tutta la gara con Paletta risultando più di una volta vincitore. Vero è che sbaglia un paio di goal del tutto clamorosi ma è comunque bravo a farsi trovare sempre pronto nelle maggiori occasioni per gli azzurri. Nel finale Donnamurmma gli nega la gioia della rete compiendo un vero e proprio miracolo.

Callejon 7- Finalmente ritorna al goal lo spagnolo che ormai da troppe partite era all’asciutto. Straordinaria la freddezza con cui batte l’estremo difensore rossonero, così come stupendo l’inserimento che porta proprio a quel goal. Ovviamente è utilissimo anche in questa gara in fase difensiva dando una mano ad Hysaj sulla sua corsia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più