Napoli-Fiorentina 1-0, le pagelle: Callejon locomotiva, Pavoletti spaesato

Il Napoli batte la Fiorentina al San Paolo e si aggiudica il passaggio alla semifinale di Coppa Italia, gli azzurri sfideranno la vincente di Juventus-Milan. Di seguito le pagelle dei partenopei:

Reina 7- Se gli azzurri possono ritenersi soddisfatti del passaggio del turno lo devono in gran parte al proprio portiere, che nel primo tempo compie due prodezze prima su Chiesa e poi su Astori che di fatto salvano il risultato. Serata da protagonista per l’estremo difensore azzurro.

Hysaj 6,5- Di gran livello la gara del terzino albanese che è praticamente insuperabile per tutta la partita. Prima a destra e poi con l’inserimento di Maggio spostato sulla sinistra, l’esterno riesce a bloccare quasi tutte le sortite offensive di Chiesa e Bernardeschi. In attacco partecipa alla manovra servendo buoni corss a centro area che però Pavoletti non concretizza. Nel finale si fa espellere ingenuamente commettendo fallo su Vecino che gli costa il secondo giallo.

Albiol 6,5- Si conferma leader della difesa lo spagnolo che annulla Kalinic per tutta la partita. Preciso nei colpi di testa e bravo a smistare subito il pallone in avanti è praticamente insuperabile centralmente dove i viola non riescono a passare in nessuna occasione. Il suo pieno recupero rappresenta una certezza per la difesa azzurra.

Maksimovic 6- Altro passo in avanti per l’integrazione completa di quello che rappresenta un vero e proprio patrimonio del Napoli non ancora sfruttato a pieno. Ottima prestazione per il centrale che con il passare dei minuti acquista sempre più fiducia e finalmente per tutta la gara riesce ad accelerare il passo quando si tratta di far ripartire subito la manovra dalle retrovie. Il suo inserimento graduale sembra funzionare.

Strinic 6,5- Sempre pronto a spingere sul fronte offensivo è particolarmente pericoloso quando si inserisce verso in finale del primo tempo servendo con un cross preciso Pavoletti che non riesce a sfruttare l’occasione. In difesa soffre poco, poi sopraggiunge la stanchezza e qualche piccolo problema fisico che lo costringono alla sostituzione nel finale di gara.

Zielinski 6,5- Gara di qualità ma senza fuochi d’artificio per il polacco che è bravo a farsi trovare sempre smarcato tra le linee di difesa e centrocampo ma limita le sue percussioni palla al piede. Probabilmente su indicazione di Sarri in fase di non possesso arretra di qualche metro e dona filtro al centrocampo azzurro, ne risente leggermente la manovra ma la sua quantità stasera è stata determinante per la vittoria degli azzurri.

Diawara 6,5- Tante giocate semplici ma mai banali del regista azzurro che ancora una volta sfodera una gara di personalità smistando palloni a destra e manca con una facilità disarmante. Nel secondo tempo dai suoi piedi nasce l’azione spettacolare che porta al goal di Callejon, ma per tutta la gara i suoi passaggi sono stati determinanti per gli azzurri perché che hanno potuto gestire il pallone per gran parte del match.

Hamsik 7 – Strepitosa la gara del capitano che oltre a tante giocate di qualità sfodera in occasione del goal di Callejon tutta la sua classe: inserimento senza palla dalle retrovie e assist perfetto con cui lo spagnolo può solo segnare ringraziare il compagno. Anche questa sera è lui il vero leader silenzioso (ma non troppo) di questa squadra. (81′ Allan s.v.)

Insigne 6,5- Nei primi minuti di gara è l’attaccante più vivace degli azzurri, conquista un paio di punizioni interessanti sul settore di sinistra dove Sanchez lascia molto a desiderare in termini difensivi. Sfiora il goal su punizione due volte, prima con un tiro sul quale Tatarusanu si supera e poi colpendo la traversa ad inizio ripresa. Il talento napoletano anche stasera si conferma in gran forma

Pavoletti 5,5- Non un grande esordio dal primo minuto per l’attaccante che soprattutto nel primo tempo spreca un paio di buone occasioni ed è impreciso nell’appoggiare sui compagni. La mancanza di automatismi si vede per tutta la gara poiché risulta quasi sempre fuori dal gioco offensivo del Napoli. Sicuramente ci vorrà un po’ di tempo per vederlo inserito alla perfezione. Spaesato. (65′ Mertens 6)- Entra al posto di uno spento Pavoletti ma non riesce ad incidere più di tanto sul match, durante l’ultima azione della partita avrebbe l’opportunità di siglare il raddoppio degli azzurri ma Insigne lo serve troppo in ritardo sciupando l’occasione.

Callejon 7- Il goal di Milano galvanizza ulteriormente lo spagnolo che si ripete anche questa sera quando sull’assist di Hamsik insacca con un colpo di testa centrale ma potente. Oltre al goal i suoi movimenti senza palla sono sempre una spina nel fianco della difesa della Fiorentina, nel finale un suo recupero palla fa scattare l’omaggio del San Paolo per un giocatore che durante la partita è di una generosità immensa. Locomotiva.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più