Napoli-Palermo 1-1, le pagelle: Mertens riparatore, Hysaj confuso

Questa sera al San Paolo gli azzurri non riescono ad andare oltre il pareggio contro il Palermo, mancando l’aggancio al secondo posto in classifica. Di seguito le pagelle dei partenopei:

Reina 6- Incolpevole in occasione del goal dei siciliani in pratica non tocca palla per tutta la partita, d’altronde il Palermo non si affaccerà più nei dintorni della sua area per tutto il resto della partita.

Hysaj 5,5- Non stringe bene sull’attaccante del Palermo e viene punito al suo primo errore. Alterna nel corso dei minuti cose positive ad altre decisamente meno incisive. Nel finale di gara spreca una buona occasione quando non riesce a concludere definitivamente in rete lisciando il pallone. Confuso.

Maksimovic 6- Prestazione normale per il centrale azzurro che non spicca particolarmente nell’impostazione durante tutta la gara. Tuttavia è preciso in difesa senza commettere alcuna sbavatura. Tutto sommato la sua prova è comunque sufficiente.

Albiol 6- Si limita ad amministrare il pallone ogni qualvolta la sfera arriva dalle sue parti. Peccato per l’occasione non concretizzata da calcio d’angolo quando con un colpo di testa non riesce ad indirizzare il pallone sul palo lontano e la palla termina fuori.

Ghoulam 6- Rientrato dalla Coppa D’Africa solo qualche giorno fa, Sarri lo lancia subito nella mischia e lo si ritrova così come lo si era lasciato: tanta spinta e buona qualità anche nei cross. Dai suoi traversoni arrivano le occasioni più pericolose degli azzurri  poco sfruttate dai compagni.

Allan 6- Lotta come un dannato per tutta la prima frazione di gara, dove prova anche qualche inserimento in area con scarsi risultati. nella ripresa cala fisicamente dopo il dispendio di energie e Sarri lo sostituisce per velocizzare la manovra. (Zielinski 55′) 6,5- Il mister lo inserisce e subito la manovra degli azzurri cambia, smista bene il pallone sulle fasce e proprio dai suoi piedi nasce l’azione che porta al pareggio rocambolesco di Mertens.

Jorginho 5,5- La sua qualità dovrebbe essere il fulcro del gioco degli azzurri, ma per tutta la gara le sue giocate risultano banali e poco incisive. Non riesce ad illuminare la manovra e la qualità del gioco ne risente complessivamente. (Pavoletti 60′) 5,5- Saranno i pochi minuti giocati fino ad ora e un’affinità dai compagni ancora da acquisire, ma la sua presenza in campo è quasi ingombrante. Non riesce ad incidere e nelle rare occasioni in cui tocca il pallone sbaglia spesso il suggerimento ai compagni. Il vero Pavoletti ancora non si è visto.

Hamsik 6- Prova a rimettere la partita in tutti i modi fornendo una prestazione a tutto campo: Nel primo tempo gioca stabilmente tra il centrocampo e l’attacco azzurro, poi con l’ingresso di Pavoletti indietreggia il suo raggio d’azione e in pratica si traveste da regista. Tanta generosità che però non è stata premiata dal risultato.

Callejon 5,5- Si divora letteralmente il pareggio dopo appena un minuto dal vantaggio palermitano. Da quel momento in poi prova a tagliare alle spalle della difesa avversaria ma lo spazio per agire è davvero poco e  la sua prestazione ne risente. Si accentra troppo senza trovare il guizzo giusto.

Mertens 6,5- Il migliore degli azzurri: prova in tutti i modi a raddrizzare il risultato ma prima il palo e poi Posavec gli negano il goal in più di un’occasione. Poi però l’estremo difensore palermitano si fa ‘perdonare’ regalando il pareggio al Napoli da una sua conclusione. Nel finale sfiora la rete su punizione ma dopo la deviazione della barriera il pallone termina di un soffio a lato. Riparatore.

Insigne 5,5- Poco lesto quando si tratta di concretizzare l’azione in certi momenti diventa quasi stucchevole. Bravo ad agire sulla sinistra ma a differenza delle sue ultime apparizioni è poco incisivo in zona goal. Nel finale sbaglia una rete clamorosa scontrandosi con Posavec che di fatto viene graziato.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più