Pavoletti-Maksimovic imbarazzanti: De Laurentiis, ecco perché Sarri li tiene fuori…


Stavolta hanno giocato dal primo minuto, stavolta De Laurentiis non può puntare il dito. Il presidente azzurro, nel post di Real Madrid-Napoli, aveva lanciato una frecciata pesante al suo tecnico, accusandolo di tenere in panchina i nuovi acquisti, di vanificare gli sforzi economici effettuati nelle ultime due sessioni di mercato.

Così, oggi, un po’ per turnover e un po’ per avallare le richieste provenienti dall’alto, Sarri ha lanciato nella mischia dal 1′ Maksimovic e Pavoletti, 43 milioni in due (più Valdifiori). Partita bruttissima per entrambi. Errori e disattenzioni per il primo (meno male che c’era Koulibaly…), un fantasma il secondo, praticamente mai nominato dal telecronista.

L’attaccante era alla sua quinta presenza con la maglia azzurra, ma il tabellino segna ancora zero gol, con tanto di prestazioni anonime. Per il difensore, diventato quinta scelta ormai nella gerarchia di Sarri, la musica non è cambiata: in questi mesi non è riuscito a confermarsi ai livelli del Toro.

Evidentemente, visti i risultati del campo, mister Sarri non è poi così folle a preferire altri giocatori ai due sopracitati. Inoltre, è lui a osservarli tutti i giorni in allenamento, non De Laurentiis. E se il loro cartellino scotta, se non si raccolgono frutti dagli ingenti investimenti, è colpa di Sarri o magari qualche colpa ce l’ha anche chi li programma, questi investimenti?

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più