TuttoSport cita Totò e sfotte i tifosi napoletani: “Ma fateci il piacere”

Juventus-Napoli non è ancora finita, e forse non finirà almeno fino alla partita di ritorno al San Paolo. Tante sono state le polemiche da parte dei tifosi partenopei contro l’arbitro Valeri, reo di aver concesso due rigori ingiusti alla Juventus ed averne negato uno al Napoli. Come succede spesso in questi casi, il post-gara è stato a dir poco rovente. Il ds del Napoli Giuntoli ha parlato di “decisioni arbitrali vergognose. La Rai si è difesa dalle accuse di faziosità, ammettendo poi che le immagini della partita erano gestite da un broadcast della Juventus.

Insomma, un vero e proprio caos attorno a questa partita, che ha visto intervenire anche esponenti politici, come il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. In tutto ciò, la stampa continua a fomentare odio ed antisportività. È emblematico, in questo caso, la prima pagina odierna di TuttoSport, con la faccia di Totò ed il titolo che riprende una sua storica battuta: “Ma fateci il piacere“. Al centro, una caricatura di Giuntoli ed una serie di parolacce in napoletano: “Vergogna, la Juve rubba, lote, sfaccimma, kitemmuort” e così via, scimmiottando i partenopei. Una prima pagina che fa coppia con quella di Libero, dove però sono evidentissimi attacco di sapore razzista.

Emblematico anche il sottotitolo: “Riparte la campagna anti Juve: a Napoli (sindaco compreso) si scatena il solito teatrino”. Insomma, TuttoSport dimentica il suo passato recente, in cui più volte ha offerto prime pagine fatte di piagnistei contro arbitraggi a sfavore della Juventus, specie in Champions League. E lo dimostra anche questa foto, con alcuni esempi del passato recente.

La prima pagina di TuttoSport ritrae il tifoso medio napoletano, quello che non riesce o non vuole argomentare e preferisce l’insulto facile al confronto dialettico. Al di là che l’immagine offerta dal quotidiano sia veritiera o meno, resta comunque l’intento denigratorio del giornale. La SSC Napoli può aver sbagliato nei toni e ad aver esternato frasi pesanti nel post-gara. Ma, attraverso il “giochino” orchestrato da TuttoSport, non se ne esce da questo clima di antisportività, fatto di accuse reciproche, sospetti e, come in questo caso, titoli acchiappa click.

Potrebbe anche interessarti