Sarri: “Ora sappiamo di poterli battere. Insigne? Spero sia una bandiera. Su Higuain…”

foto da sscnapoli.it

Queste le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri, al termine di Napoli-Juventus, ai microfoni della Rai: “Abbiamo fatto una grande partita, abbiamo fatto 3 gol a una squadra che subisce pochissimo ma non siamo riusciti a portare a termine l’impresa. Un pizzico di rammarico c’è perché alla fine i 20 secondi di Torino pesano tanto sulla qualificazione. La sensazione però dopo queste 2 partite è che ci stiamo avvicinando. I tre folletti sono rapidi, continuamente pericolosi, Milik ha fatto bene all’inizio. Il gol che abbiamo subito ha pesato mentalmente quindi in quella fase lì è calata tutta la squadra. In questo momento rendiamo meglio con giocatori rapidi. Le parole di De Laurentiis? Per noi averli messi in difficoltà è anche motivo di soddisfazione, la sensazione non è più che possiamo giocarcela, ma che possiamo batterli, almeno nella partita singola. Negli episodi non siamo stati fortunati, Va in finale la squadra migliore? E’ passata la squadra che da 6 anni vince il campionato, che ha fatto una finale di Champions. E’ passata una grande squadra, ma in questi scontri non abbiamo fatto peggio di loro.

“Higuain? E’ stato l’Higuain che io ho visto per una trentina di partite l’anno scorso. E’ un grandissimo giocatore, ha trovato la rete da lontano, quando si esalta fa la differenza. Oggi tutta la Juve aveva più cattiveria rispetto a domenica, probabilmente essere stati messi sotto così li ha pungolati nell’orgoglio. Cosa manca al Napoli? Ci manca di finire un percorso di crescita sia a livello di mentalità che di personalità, che tattico. E’ una squadra che a livello complessivo è cresciuta molto. Insigne? Il ragazzo comincia ad avere l’età giusta per andare in maturità sia come persona che come calciatore. E’ un talento assoluto, nel panorama italiano penso sia il più talentuoso. Negli ultimi mesi è impressionante per la continuità. E’ destinato a diventare un grande. Spero sia un calciatore bandiera e rimanga sempre al Napoli”.

Potrebbe anche interessarti