Chiariello: “Chi si è permesso di insultare Cannavaro è uno stupido, un anti sportivo”

Consueto editoriale ad inizio puntata di Campania Sport in onda su Canale 21 ad opera del giornalista Umberto Chiariello che commenta il 2-2 del Napoli contro il Sassuolo. Giudizi positivi per la prestazione degli azzurri che hanno mancato soltanto la vittoria. Il pensiero di Chiariello si sintetizza in tre aggettivi qualificativi: sfortunato, sciagurato e defraudato.

Non era fallo di mano quello di Cannavaro, che ha dimostrato a 36 anni quale professionista sia e che difensore sia. E chi oggi si è permesso di insultarlo dicendo che ha fatto la partita della vita e che è un anti napoletano è uno stupido, un anti sportivo. Cannavaro è un professionista che ha fatto la sua partita, aveva da dimostrare a chi lo ha mandato via come una ciabatta vecchia che aveva pieno titolo per rimanere in questo Napoli anche se magari non da titolare e che non è affatto inferiore ad altra gente pagata fior di milioni, quando quei soldi potevano essere risparmiati e investiti altrove.

Non era fallo di mano. Ma il rigore su Mertens nel primo tempo era solare. Napoli defraudato perché un rigore netto cambia il corso della gara, ma il corso della gara l’ha cambiato soprattutto il retropassaggio sciagurato di Hamsik. Ma giù le mani dal capitano. Ha voluto giocare pur non essendo in condizioni fisiche perfette. Oggi è stato il peggiore in campo, indubbiamente ma è entrato nell’azione del gol di Mertens con un passaggio illuminante per Callejon. Pur nella sua giornata peggiore ha mostrato che è un calciatore che incide sulla gara. La cosa più bella è l’abbraccio di Jorginho ad Hamsik che si disperava per l’errore fatto, a dimostrazione di quanto questa squadra sia unita. Io ho visto un Napoli ormai maturo, che non si è avvilito, che nell’avversa sorte la partita non la vuole perdere anzi la prova a vincere fino all’ultimo secondo.

Io oggi ho visto una prova di maturità e io nel secondo posto ci credo ancora. Questa squadra ha ancora tantissimo da dire, applaudo a Sarri e ai ragazzi perché questo pareggio per quel che ho visto è una grande vittoria. Non me ne frega niente dei punti persi, perché a me interessa vedere la crescita di una squadra e se uno guarda in prospettiva e fa l’analista non si può fermare a vedere 2-2 negativo, no 2-2 positivo!”

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=oYluLAbCz3c&feature=youtu.be[/youtube]

Potrebbe anche interessarti