Torino-Napoli, Sarri: “Voglio arricchirmi per la mia famiglia. Non ho chiesto un c***o alla società”

Al termine di Torino-Napoli, Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Premium. Ecco cosa ha detto: “I 107 gol di quest’anno valgono il doppio di quelli dollo scorso anno, perché abbiamo fatto 8 partite di Champions e non di Europa League. Partita straordinaria anche oggi, ma i ragazzi la stanno facendo da tanti mesi. C’è un gap che non è facile colmare non solo dal punto di vista economico ma anche tecnico. Loro fanno 100 punti ogni anno”.

Su De Laurentiis e l’ultimo battibecco:Penso che mi vuole arricchire lui, io gli sono grato oggi ieri e domattina, perché mi ha fatto allenare grandi giocatori. Ha avuto il coraggio di prendermi a Empoli, coraggio che altri non hanno avuto. Non so cosa c’entra Aurelio con la mia frase che ho detto. Non sarò il Ferguson del Napoli? A meno che non ci sia un’interruzione di contratto prima del 2020, continuerò fino alla fine. Vorrei arricchirmi per la mia famiglia alla quale ho fatto mancare tanto accontentandomi. Se il prossimo contratto lo farò in Cina o ad Abu Dhabi poi non lo so”.

Sulla richiesta di top player“Il Napoli si migliora soltanto prendendo giocatori con cifre mostruose, altrimenti si prendono giocatori che non siamo sicuri che migliorino la squadra. Io non ho chiesto top player con nessuno, non ho chiesto un cazzo a nessuno”.

Potrebbe anche interessarti