Cavani e la tripletta alla Juve: “Non so neanche io come ho fatto”

Grazie a Football Leader 2017 Cavani è tornato a Napoli, dichiarando che è l’unica città italiana dove tornerebbe a giocare a calcio, e soltanto se riuscisse ancora a esprimere un buon livello di gioco.

Emozionato, sul palco ha affermato ancora una volta che qui ha lasciato un pezzo del proprio cuore, che quando scendeva in campo lo ha fatto sempre per lottare per la maglia.

Un paio di battute sono state dedicate anche ai suoi gol, alcuni dei quali mostruosamente belli. Inevitabile era pensare alla celebre tripletta contro la Juventus del 9 gennaio 2011.

“Non so neanche io come ho fatto”, afferma il Matador con quell’umiltà che ha sempre contraddistinto la sua persona, nonostante i gol e nonostante sia acclamato come uno dei più forti attaccanti della sua era. Un calciatore che, in un’epoca frivola e di crisi dei valori soprattutto sportivi, sarà ricordato per il sacrificio, la dedizione, la lealtà e l’immensa classe dentro e fuori dal campo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più