Gabbiadini: “A Napoli due anni fantastici. I napoletani mi scrivono ancora”

 

L’unico calciatore a non essersi completamente integrato nel gioco del Calcio Napoli, eppure entrato lo stesso nel cuore dei tifosi azzurri. Manolo Gabbiadini è un ragazzone dal sinistro al fulmicotone, ma dal cuore tenero. E anche se la prima parte l’hanno vista soprattutto Oltremanica, dove al Southampton ha siglato 6 reti in appena 12 partite, l’altra è riuscito a mostrarla anche dalle parti dello stadio San Paolo di Napoli.

Nonostante i pochi sorrisi e le molte panchine, infatti, Gabbiadini ogni volta che può lancia messaggi d’amore al popolo azzurro. Ultimo quella partito dal ritiro di Coverciano, dove la Nazionale sta preparando la sfida di domenica con il Liechtenstein, valevole per le qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

A Napoli sono stati due anni fantastici, non ho né rimpianti né rimproveri verso qualcuno – ha detto Gabbiadini in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport – Me lo fanno capire ogni volta i tifosi partenopei, che mi scrivono sempre sui social o mi incitano quando mi incontrano in giro per l’Italia. Per questo sono contento di quanto fatto lì“.

Lì dove l’attaccante della Nazionale pensa si possa sognare in grande per la prossima stagione: “Se giocano con la fame e la cattiveria che hanno messo nel finale di campionato, quando hanno vinto parecchie partite a suon di gol, penso che possano seriamente impensierire Juventus e Roma. So bene il grandioso lavoro svolto in questi anni e i frutti si vedono. Tutto sta nel mantenere un ritmo incredibile sin dall’inizio“.

Potrebbe anche interessarti