Problema Stadio: De Laurentiis pensa ad una nuova costruzione a Bagnoli

Bagnoli. Sarà in questo quartiere napoletano, se tutto andrà secondo i piani, la sede della nuova Casa Napoli. Il progetto che De Laurentiis ha in mente, rispecchia molto quella che è la struttura attuale dello Juventus Stadium di Torino. Un complesso grande abbastanza da ospitare tutte le strutture adatte per l’allenamento e per la preparazione degli azzurri, uno stadio moderno e che rispetti tutte le norme di sicurezza e un’ala dedicata ai tifosi e agli amanti del calcio, dal museo dedicato ai trofei e alla storia del Napoli a divertimenti di ogni altro genere.

Il Presidente ha già individuato a Bagnoli degli spazi edificabili e abbastanza grandi per dare vita a questo suo progetto, del quale se ne assumerà tutte le spese. Anche perchè con le Istituzioni politiche Napoletane, in particolare il Comune che ha in proprietà lo Stadio San Paolo, il Presidente ha sempre riscontrato poca disponibilità e soprattutto poca volontà, da parte degli assessori addetti, a venire in contro alle richieste del club e della squadra.

Infatti proprio ieri De Laurentiis, nell’intervista rilasciata per il Mattino, ha denunciato la negligenza delle istituzione, dichiarando di aver più volte proposto non solo di incaricarsi, a sue spese, del completo restyling dello Stadio, ma di essersi proposto nel collaborare ad un progetto di ristrutturazione, affidandolo ad un’impresa capace, così da evidenziare tutti gli interventi necessari. Ma niente, non c’è stato nessun incontro.

A poco più di un mese dall’inizio del campionato e dei vari impegni europei degli azzurri, il San Paolo resta ancora un grosso e mastodontico complesso in cemento poco sicuro e logorato dal tempo, i pochi e banali ritocchi superficiali, non sono serviti a rilanciare una struttura in evidente decadimento.

La questione stadio, ad oggi, resta un problema da risolvere quanto prima. Dopo tanti rinvii e promesse non mantenute, De Laurentiis è più che convinto di dare una nuova casa al Napoli e ai suoi tifosi a Bagnoli e con un pizzico di fortuna, portare la Champions League, in un arco di tempo breve, ad essere disputata alle falde del Vesuvio e in uno stadio nuovo.

Potrebbe anche interessarti