Bonucci-Milan, gli juventini lo insultano. Attaccavano i napoletani per Higuain

Per quanto riguarda la sfera calcistica, ed il calciomercato in particolare, in questo momento non si fa altro che parlare della trattativa per il trasferimento di Leonardo Bonucci dalla Juventus al Milan. Nonostante il passaggio di casacca non sia ancora stato effettuato, sui profili social del difensore bianconero già piovono raffiche di insulti nei confronti del giocare, reo di non aver smentito la notizia e, dunque, probabilmente prossimo ad accasarsi nella formazione degli odiati rivali rossoneri.

Migliaia di commenti tacciano Bonucci di essere un mercenario, un traditore, una banderuola e chi più ne ha più ne metta. Moltissimi gli augurano cose “non belle”, arrivando ad augurare la morte perfino al figlio. Tanti lo hanno addirittura declassato da fenomeno a bidone, eppure fino a poche settimane fa, a sentire i tifosi della Juventus, Bonucci era uno dei difensori più forti del mondo.

La memoria va, inevitabilmente, allo scorso anno, quando Gonzalo Higuain lasciò il Napoli per andare proprio alla Juve. È inutile raccontare il putiferio che ne derivò, lo ricordano tutti. Simile il discorso per Miralem Pjanic, che salutò la Roma sempre per la Juve.

In quell’occasione i tifosi juventini si accanirono contro i tifosi romanisti e soprattutto quelli napoletani, i quali non accettavano il trasferimento dei loro beniamini nella squadra dell’odiata rivale. Un mese prima del trasferimento Higuain aveva cantato sotto la curva partenopea, un mese fa Bonucci si atteggiava a bandiera sotto la curva bianconera.

Il destino spesso è crudele e, è proprio il caso di dirlo, chi la fa l’aspetti. Circa 365 giorni dopo tocca agli juventini rosicare, dimentichi di ciò che dicevano ai napoletani un anno fa.

Potrebbe anche interessarti