Ounas: “I napoletani sono fantastici. Mi sono innamorato del Napoli quando…”

Foto sscnapoli.it
Fin da quando è arrivato al Napoli, Ounas ha dimostrato grande attaccamento alla causa azzurra, con tanta voglia di fare bene. E Sarri non ci ha impiegato troppo tempo per mostrarlo ai tifosi, ansiosi di vederlo in campo. Questa mattina, sulle pagine del Corriere dello Sport, è possibile leggere una lunga intervista proprio all’attaccante del Napoli. Ecco cosa ha dichiarato:
Sono venuto a Napoli per imparare velocemente. Cerco di dare sempre il massimo di me stesso. Calore tifosi? Non me lo aspettavo – spiega Ounas – è fantastico. Così come arrivare a Napoli: è stato un passo enorme in avanti. Quando è arrivata la chiamata del Napoli non ho esitato un secondo: volevo solo questa squadra”.

Ounas svela anche il momento in cui si è perdutamente innamorato del Napoli:La prima partita del Napoli che ho visto? Quella contro il Frosinone al San Paolo, quella del record di Higuain. Uno stadio fantastico, un’atmosfera incredibile. Ma ad avermi rapito è stata Napoli-Real Madrid. Sono rimasto a bocca aperta per quasi un’ora. Il nostro attacco è fortissimo, tra i migliori”.

Su Sarri: “Ora voglio imparare i meccanismi e i movimenti. Sarri mi chiede di curare molto la fase difensiva, molto più di prima. Non è un peso, anche perché in fase di possesso lascia libertà di esprimersi”.

Infine, alcune curiosità: “Pasta con patatine? Non era per me. Dieta del dottor Canonico? Sì, per assimilare subito le nuove abitudini alimentari. Numero di maglia? Ho scelto la 37 che è il codice di Tours, la mia città. Il mio idolo? Cristiano Ronaldo. Maradona, però, è leggenda”.

Potrebbe anche interessarti