MILIK: “L’infortunio mi ha reso più forte. Napoli città pericolosa? Io penso che…”

Milik Napoli

Arek Milik è tornato. Ormai l’infortunio è solo un brutto ricordo. In questi primi test valutativi, ha dimostrato di essere il bomber che tutti noi ricordavamo, veloce, spietato e tecnico. Anche lui è pronto a riprendere ciò che aveva lasciato in sospeso ad Ottobre, e ricominciare bene questo campionato che vedrà in primis il Napoli impegnato nei preliminari Champions. L’attaccante ha rilasciato un’intervista per l’edizione odierna del La Repubblica, ecco quanto:

“Come si sente dopo l’infortunio? Io penso che ciò che non ti uccide, ti rende un giocatore migliore. Per me questo non è stato un anno sprecato, ho lavorato molto e conosco bene il mio fisico ora. Anche in vacanza mi sono allenato per arrivare in una buona forma a Dimaro.

Che Napoli ha visto da fuori? Il Napoli ha un gioco meraviglioso, giochiamo sempre a due tocchi e sono in un gruppo davvero forte.

Per lo Scudetto? Noi quest’anno vogliamo alzare un trofeo. La Juve ne ha vinti sei di fila, ma se c’è spazio per qualcuno in questo campionato, è sicuramente il Napoli.

Sarri? E’ un grande tecnico, dalla mentalità vincente.

Il numero 9 è libero, lo prende? No. Resto con la maglia numero 99.

La competizione con Mertens? Nessuno può giocare 60 partite di seguito. Le squadre forti devono avere molti giocatori di valore e alternarli.

Il Sun dice che Napoli è la città più pericolosa, che ne pensa? Macchè. Di notte fonda anche Parigi è pericolosa!”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più